Mind the chart blog 26/12/2021

 

Il riepilogo del 2021 e la previsione del 2022 del DeFi

La finanza decentralizzata (DeFi) sta cambiando l'atteggiamento delle persone nei confronti del denaro in tutto il mondo. Storicamente, le banche hanno controllato il modo in cui accediamo al denaro. Tuttavia, le piattaforme DeFi stanno ora affrontando minacce al monopolio delle banche. 

Nel 2021, l'ecosistema DeFi ha visto un enorme aumento di volume, dove più partecipanti entrano nel mercato e vengono sviluppati strumenti finanziari più sofisticati. Secondo DeFillama, la DeFi TVL è cresciuta di oltre il 130% da gennaio.

Un riepilogo delle criptovalute del 2021

1. Stablecoins

USDC e BUSD continuano a guadagnare quote di mercato a spese di USDT su Ethereum. Ciò significa che queste due stablecoins sono la principale tecnologia di smart contracts per le stablecoins.

Nello stesso periodo, BUSD ha aumentato la propria quota di mercato, mentre la quota di mercato di DAI è rimasta invariata. Inoltre, USDC sta guadagnando terreno sulla quota di mercato di USDT.

Il grafico delle prestazioni dei pegging delle stablecoins di seguito dimostra che la maggior parte delle stablecoins denominate in USD ha mantenuto il proprio peg vicino alla parità con il dollaro USA, pur registrando una volatilità relativamente modesta. 

2. Borrowing e landing

Borrowing e Landing nel DeFi hanno avuto un enorme aumento nei loans nel Q3. Ha raggiunto il massimo storico il 6 settembre, con circa 24,7 miliardi di dollari. Questa spettacolare ripresa nel Q3 ha fatto seguito a un brusco calo dell'attività alla fine del secondo trimestre, quando il debito totale era di circa 14,3 miliardi di dollari.

Aave è in cima ai lending protocols DeFi, con $ 14,7 miliardi di prestiti in sospeso sul protocollo. Sorprendentemente, il mercato ha previsto che Aave fosse il protocollo di prestito principale. Il token AAVE ha superato il token del principale concorrente Compound. Inoltre, Aave ha una dimensione di mercato completamente di circa $ 4,6 miliardi, mentre Compound ha una capitalizzazione di mercato di circa $ 3,1 miliardi.

D'altra parte, circa il 68,2% dei prestiti è in DAI, rispetto al 21,9% in USDC. Ciò dimostra un aumento della fiducia nell'USDC.

Cosa aspettarsi nel 2022?

Quest'anno ha rappresentato un cambiamento significativo nelle soluzioni Defi in ambito finanziario. 

1. La finanza decentralizzata sarà adottata rapidamente

Nel 2021, la blockchain era un argomento scottante perché è la tecnologia che supporta le criptovalute come Bitcoin. Nel prossimo anno, potremmo aspettarci un aumento dell'interesse per la finanza decentralizzata o DeFi.

2. Le stablecoins continueranno a crescere

Le stablecoins sono diventate un appuntamento fisso nei mercati delle criptovalute perché offrono un rifugio dalle fluttuazioni delle criptovalute. Queste monete sono anche un gateway per i servizi DeFi in cui gli utenti possono prendere in prestito, prestare e guadagnare tassi di interesse elevati sulle loro coins. 

3. Le valute digitali della banca centrale potrebbero debuttare nel 2022

Le valute digitali della banca centrale (CBDC), che sono versioni digitali di valute legali come il dollaro USA, sono un altro argomento da tenere d'occhio nel 2022. La giuria non è ancora sicura se le CBDC siano un passo avanti o un salto in un controllo ancora maggiore del governo sulla vita degli individui. I CBDC sono inevitabili, ma dovranno convivere con denaro privato come Bitcoin. Ci sarà spazio sia per il denaro privato che per quello emesso dalla banca centrale

4. Le principali banche inizieranno a offrire servizi cripto

L'ultimo rapporto trimestrale di Coinbase mostra che l'attività di trading istituzionale rappresenta ora il 72% del mercato complessivo. Questi traders istituzionali sono sicuramente gli attuali clienti delle grandi banche, che sono costretti a trasferire altrove la propria attività.

Probabilmente preferirebbero mantenere le loro risorse cripto con un istituto finanziario rispettabile per condurre tutte le loro altre attività bancarie. È solo questione di tempo prima che venga fornita una chiarezza giuridica sufficiente per incoraggiare le grandi banche ad aderire.

 

I più grandi eventi legati a Bitcoin del 2021 che hanno contribuito a farne aumentare il prezzo


Elon Musk ha avuto molta influenza su Bitcoin 

Elon Musk, il CEO di Tesla, ha portato diverse onde d'urto nell'ecosistema delle criptovalute dall'inizio di quest'anno. All'inizio di quest'anno, Musk ha annunciato che il suo produttore di veicoli elettrici aveva stanziato una quantità considerevole di Btc nel suo bilancio. All'epoca, il modulo 10-K finale dell'azienda per l'anno precedente mostrava che l'azienda aveva stanziato $ 1,5 miliardi di coins che rappresentavano circa il 7,7% della sua posizione di cassa lorda in quel momento.

Successivamente, Tesla iniziò anche ad accettare BTC in cambio delle sue auto elettriche. Alla fine, la decisione presa dall'azienda non solo ha aumentato il prezzo dell'attività sottostante, ma la mossa ha dato alle criptovalute un motivo in più per concedersi il lusso dei prodotti dell'azienda.

Tuttavia, dopo aver conquistato il cuore degli appassionati dell'ecosistema cripto, Musk ha interrotto la funzione di pagamento BTC. Musk ha anche annunciato di aver venduto il 10% delle partecipazioni dell'azienda per dimostrare la liquidità della moneta.

El Salvador è diventato un hodler

Una delle più grandi notizie dell'anno che ha attirato tutti i titoli della sfera ha spiegato il potenziale di Bitcoin. El Salvador ha abbracciato l'asset digitale e ora lo tiene anche nel suo tesoro. È incredibile che una piccola nazione americana abbia fatto la storia dopo aver dichiarato BTC come moneta a corso legale.

La nazione ha adottato tali misure ignorando la feroce opposizione di artisti del calibro della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale. Secondo Nayib Bukele, la mossa dell'asset potrebbe aiutare a trasformare la loro economia trasmettendo le rimesse, promuovendo la digitalizzazione finanziaria e offrendo ai consumatori un nuovo veicolo per transazioni e risparmi.

Inoltre, El Salvador ha anche introdotto il Chivo wallet , che è il wallet di BTC nazionale. In particolare, centinaia di residenze in tutta la nazione hanno installato l'applicazione. 

Gli Stati Uniti hanno ottenuto il loro primo prodotto ETF BTC

Per diversi anni le aziende stavano cercando di lanciare un Bitcoin Exchange-Traded Fund negli Stati Uniti. Tuttavia, i regolatori non sono stati autorizzati per diversi anni. Nel 2021, ProShares è stata la prima azienda a ricevere il segnale verde dalla Securities and Exchange Commission (SEC) e a stabilire i primi prodotti di questo tipo. Lo strumento finanziario iniziò ad essere negoziato alla Borsa di New York sotto il ticker di BITO.

In particolare, l'ultimo ETF era basato sui contratti futures Bitcoin. Dopo il lancio dello strumento finanziario crittografico, i residenti hanno iniziato a cercare un ETF spot based. La US SEC deve ancora approvare un prodotto del genere.

Charles Hoskinson condivide l'aggiornamento sullo sviluppo per Cardano-Based Stablecoin Djed


Charles Hoskinson, amministratore delegato di IOG e fondatore di Cardano, ha condiviso su Twitter un aggiornamento di COTI i cui sviluppatori stanno costruendo la stablecoin Djed insieme a IOG su Cardano.

Sono contento di vedere Coti fare grandi progressi con Djed https://t.co/0LefQmCe0y

— Charles Hoskinson (@IOHK_Charles) 24 dicembre 2021

L'articolo pubblicato dal team di sviluppo nel loro blog ha svelato dettagli sull'attuale implementazione di Plutus for Djed di Cardano. Stanno lavorando su contratti principali che aiuteranno a fornire tassi di cambio Oracle, consentiranno agli utenti di inviare più ordini contemporaneamente, annullare ordini in sospeso, ecc. Gli sviluppatori stanno attualmente testando questa implementazione.

Secondo l'articolo, nei prossimi giorni verrà fornita una versione pre-rilasciata per l'integrazione dell'interfaccia utente.

Djed è una stablecoin che utilizzerà smart contracts  per mantenere una riserva di coins di base in una banca autonoma che opererà anche utilizzando smart contracts. Ciò consentirà agli utenti di scambiare stablecoins e di utilizzarle per transazioni basate su DeFi.

Djed sarà prima ancorato all'USD ma sarà compatibile anche con altre valute tradizionali. 

SHIB è la criptovaluta più vista su CoinMarketCap nel 2021, BTC al secondo posto

Il  Meme token Shiba Inu (SHIB), nonostante si sia classificato al 13° posto tra le prime 200 criptovalute per capitalizzazione di mercato, è stato uno degli asset digitali più popolari nello spazio delle criptovalute per la maggior parte del 2021.

Infatti, il token decentralizzato costruito sulla rete Ethereum è l'asset digitale più visto tra le prime 200 criptovalute con 188.019.378 visualizzazioni al 25 dicembre, su CoinMarketCap, un tracker di criptovalute utilizzato per controllare i prezzi delle coins in tempo reale, il volume e l'offerta di monete.

SHIB mira ad allontanarsi dal suo stigma di meme token  a una risorsa con casi d'uso reali con applicazioni rilevanti per lo spazio cripto, come un nuovo gioco di (NFTs) play-to-earn.

A causa del suo aumento di popolarità negli ultimi mesi, SHIB è attualmente la quarta criptovaluta più popolare a livello globale su Twitter, con 2,3 milioni di followers.

Baidu Metaverse App non supporterà le risorse digitali poiché i giganti della tecnologia esercitano cautela

I colossi cinesi di Internet stanno correndo verso il metaverso. Baidu, per esempio, è abbastanza fiducioso che la sua app legata al metaverso impiegherà almeno sei anni per essere lanciata completamente. Tuttavia, poiché il gigante della tecnologia punta a esplorare di più, non aggiungerà il supporto per le risorse digitali sull'app.

Il mondo del metaverso di Baidu

Con XiRang, Baidu intende sviluppare una piattaforma open source per gli sviluppatori del metaverso e costruire un'infrastruttura per un mondo virtuale. L'app è ora accessibile agli sviluppatori, principalmente in Cina.

A causa del rigido contesto normativo, il dirigente ha chiarito che l'app non supporterà le valute digitali o lo scambio di risorse associate a proprietà virtuali.

L'obiettivo principale dietro l'approccio di Baidu di stare lontano dalle risorse cripto è quello di rispettare una raffica di nuove normative. Questo perché il governo cinese è noto per la sua repressione delle pratiche monopolistiche da parte dei giganti della tecnologia di Internet. Anche la soppressione durata un anno degli attori tecnologici del paese da parte di Pechino ha spinto molti a esercitare cautela.

La Cina aveva imposto un nuovo divieto alle criptovalute questo settembre, ma non ci sono ancora leggi riguardanti il ​​metaverso. 

Anche la People's Bank of China (PBoC) ha recentemente emesso un avvertimento contro i pericoli del metaverso e degli NFTs. Detto questo, la posizione della Cina sul settore è ancora ambigua, come recentemente riportato da CryptoPotato sul lancio del primo gruppo industriale del metaverso del paese. Chiamato – Metaverse Industry Committee, è un'organizzazione che opererà sotto la supervisione statale della China Mobile Communications Association (CMCA).