Mindthechart CryptoBLog ( Elon , Bitcoin, Polkadot, Kusama, Guggenheim, Google, Doge+molto altro)


UNO SGUARDO ALLO STOCK ! 

Tutti i principali indici hanno chiuso in territorio negativo. Il Nasdaq Composite ha ceduto l'1%, seguito dalle small cap.

I beni di prima necessità hanno chiuso a un nuovo massimo storico, mentre i servizi di pubblica utilità sono cresciuti dello 0,6%. La tecnologia è crollata dell'1%

Le criptovalute sono aumentate. Bitcoin ha quasi rotto 40K per la prima volta dal 27 maggio. Ethereum si è avvicinato a 2.900. Per poi riscendere.

Ford è volato del 7,25%: il titolo è aumentato di quasi il 40% dal 1 maggio. Non è uno scherzo.

Nonostante l'audace rialzo, $F è ancora in calo del 56% rispetto al suo massimo storico del 1999.

Tesla è crollata del 5,33% chiudendo al suo prezzo più basso dal 19 maggio. 🤷

Nvidia ha raggiunto un altro massimo storico. Le azioni dei semiconduttori sono aumentate del 13% da quando ha annunciato per la prima volta lo split 4-1 il 21 maggio.

I Memestock hanno continuato la loro folle azione. Gamestop ha perso l'8,5% e AMC è crollato del 18%. 

Ecco le stampe di chiusura:

S&P500 4.192 -0,36%

Nasdaq 13.614  -1,03%

Russell 2000 2.279 -0,81%

Dow Jones 34.577 -0.07 %

COSA SUCCEDE NEL MONDO CRYPTO?

L'equilibrio continua. Chissà dove romperà...

These are the coolest GIF loops I've ever seen | Beautiful gif, Funny gif,  Beaker muppets

INDICE FUD E FOMO

  

Elon Musk colpisce ancora! 

Elon Musk GIFs | Tenor

Elon Musk ha emesso un altro dei suoi Tweet che molti nel mondo delle crypto stavano interpretando come la rottura del miliardario con bitcoin.

Image

Circa un'ora dopo, lo ha seguito con questo tweet:

Image

Alcuni dei recenti tweet di Musk hanno suscitato nella comunità cripto un mix di esuberanza, confusione, apprensione e, a volte, terrore.

Le sue missive sui social media hanno avuto un'enorme influenza sui prezzi di dogecoin e bitcoin ed è almeno in parte accusato del crollo esistente di bitcoin e del più ampio complesso di criptovalute portandolo ad essere in questo momento il piu' grande influencer di btc.

All'ultimo controllo ieri sera,il prezzo di btc è sceso subito dopo il tweet

Anche lo stesso dogecoin, per il quale Musk va pazzo, è sceso del 5,5%, passando di mano a 38 centesimi.

 

Sebbene ultimamente siano rimasti stabili, i prezzi dei bitcoin sono ancora in calo del 42% rispetto al picco di metà aprile a $ 64.829,14. Dogecoin, l'asset meme creato nel 2013, rimane fuori dal 48% dal suo picco di 74,07 centesimi all'inizio di maggio.

Bitcoin vicino ai 40.000$, ma non si esclude la possibilità di un'altra correzione

Secondo alcuni traders, un altro calo dei prezzi è necessario prima della continuazione del bull market, indicando i 36.000$ come possibile target per BTC/USD.

Giovedì, Bitcoin (BTC) si è avvicinato ai 40.000$ mentre sempre più segnali suggeriscono che il prezzo ha già trovato il suo minimo.

Grafico orario di BTC/USD (Bitstamp)

BTC/USD sta per tornare a 36.000$?

I dati di TradingView mostrano che BTC/USD ha protetto i livelli riconquistati il giorno prima, incluso il nuovo supporto critico a 37.500$.

Ora, gli occhi sono puntati sui prossimi giorni per la conferma di un breakout o un nuovo rigetto. Secondo le previsioni, la volatilità tornerà nel mercato nel fine settimana.

Per il noto trader Crypto Ed, il mercato potrebbe aver bisogno di un altro test ribassista nel breve termine prima di tornare alla riscossa. Nel frattempo, la price action potrebbe ripetere movimenti familiari.

I parametri per individuare il minimo attirano l’attenzione

Questa settimana, la risorsa di monitoraggio Glassnode ha pubblicato due nuovi parametri con l’obiettivo specifico di segnalare i minimi del prezzo di Bitcoin, con un tempismo perfetto per i traders.

Creati da David Puell, noto per il suo famoso indicatore Puell Multiple, delta cap e balanced price hanno suggerito che Bitcoin potrebbe essere già in fase di ripresa.

Grafico del delta cap vs. BTC/USD

Le previsioni continuano a concentrarsi su un possibile pattern di double top in Bitcoin simile a quello del 2013.

In entrambi i bull market precedenti, forti ritracciamenti da massimi locali erano piuttosto comuni sulla strada verso i picchi finali. Di conseguenza, il comportamento attuale non è affatto insolito. Questa è l’opinione espressa questa settimana da PlanB, il creatore del modello Stock-to-Flow, in una conversazione con il podcaster Preston Pysh.

Polkadot (DOT) e Kusama (KSM) alle stelle dopo un finanziamento da 30 milioni di dollari

I prezzi di DOT e KSM sono decollati dopo l’annuncio di Master Ventures su un fondo da 30 milioni di dollari per l’ecosistema Polkadot.

Il 3 giugno, Polkadot (DOT) e Kusama (KSM) decollano spinti dalla reazione dei traders a un grande investimento nei loro ecosistemi blockchain da parte di una società di Venture Capital.

Master Ventures, un incubatore blockchain e venture capitalist asiatico, ha annunciato il lancio di un fondo di venture capital da 30 milioni di dollari denominato Master Ventures Polkadot VC Fund. In un comunicato stampa pubblicato mercoledì, la società ha spiegato che il fondo “supporterà e finanzierà le offerte nell’asta delle Parachain” di progetti blockchain di primo ordine che vogliono vincere uno slot Parachain sulla Polkadot Relay Chain.

Inoltre, Master Ventures ha dichiarato che i ricavi ottenuti aiuteranno il lancio di progetti in fase iniziale negli ecosistemi Polkadot e Kusama.

I traders hanno visto l’annuncio come un segnale per alzare le offerte nei mercati di DOT e KSM. L’improvviso interesse ha spinto DOT/USD a 29,21$ con un rally del 27,91% dal prezzo di apertura di mercoledì. Nello stesso periodo, KSM/USD è aumentato del 39,35% arrivando a 511,91$.

Rally paralleli nei mercati di Polkadot e Kusama

I forti movimenti positivi hanno accompagnato prospettive ottimistiche sui social media, e alcuni noti analisti nel settore hanno previsto una continuazione rialzista nei mercati spot di Polkadot e Kusama:

“$KSM, che forza! Se protegge il livello che ha appena conquistato non c’è motivo per cui non dovrebbe continuare.”

Alla base delle analogie rialziste si trova la promessa che l’investimento da 30 milioni di dollari realizzato da Master Ventures nell’ecosistema Polkadot porterà a una vendita all'asta più rapida dei suoi "Slot Parachain".In poche parole, una Parachain è l’equivalente di una blockchain (layer 1) legata a una particolare funzionalità, con le sue caratteristiche specializzate e una propria struttura di governance.

Per esempio, è possibile acquistare uno slot Parachain su Polkadot per sviluppare un network di oracoli decentralizzato sopra di essa. Di conseguenza, l’esito sarebbe una blockchain unica a livello di applicazioni, utenti e liquidità in grado di ottenere dati da altre Parachain, con Polkadot nella posizione di soluzione layer 0. In sostanza, un nodo che consente le comunicazioni tra le blockchain ad esso collegate.

Kusama, invece, è una versione sperimentale di Polkadot che esiste come network blockchain indipendente. Funziona come sandbox per gli sviluppatori che vogliono testare i prototipi dei propri progetti prima di implementarli sul mainnet di Polkadot.

Potenziale domanda per DOT e KSM

Gli sviluppatori che fanno offerte nell’asta degli slot Parachain su Polkadot e Kusama devono farlo usando gli asset nativi dei progetti, ovvero DOT e KSM.

Il fondo di Master Ventures da 30 milioni di dollari ha l’obiettivo di supportare e finanziare questi sviluppatori e i loro progetti di prim’ordine. Questo significa che la società di venture capital dovrà acquistare token DOT e KSM per partecipare all’asta delle Parachain. A loro volta, Polkadot e Kusama bloccherebbero i token per il periodo in cui gli sviluppatori vogliono operare il proprio progetto sulla Parachain, compreso tra sei mesi e due anni.

Se l’ecosistema Polkadot avrà successo, comporterà una quantità sempre più grande di token DOT e KSM bloccati per la durata dello slot Parachain. Quindi, l’offerta totale in circolazione diminuirà, spiegando potenzialmente perché i traders sono improvvisamente diventati rialzisti su DOT e KSM.

Mira Christanto, ricercatrice presso la società di analisi crypto Messari, ha scritto in uno dei suoi post pubblicato a maggio che il 65% dell’offerta di DOT si trova in staking, e il 30% resta in circolazione. Inoltre, l’asta delle Parachain in arrivo toglierebbe altri token dalla circolazione. Christanto ha aggiunto:

"Dopo il lancio delle Parachain, il 40% dei DOT potrebbe essere bloccato nelle Parachain, riducendo così l’offerta in circolazione effettiva a solo il 15%.”

Al contrario, un’affluenza insufficiente alle aste di Parachain di Polkadot e Kusama potrebbe significare una domanda per DOT e KSM inferiore al previsto, portando potenzialmente a correzioni del prezzo spot.

I Bitcoin pre-2019 rappresentano soltanto il 44% dell'offerta attiva di BTC

Nonostante il sell-off di maggio, le mani forti continuano a HOLDARE Bitcoin: i traders a lungo termine non sono intenzionati a vendere ai prezzi attuali.

L'attività di Bitcoin (BTC) è scesa ai minimi annuali, in quanto i traders si rifiutano di vendere. Glassnode, società dedicata allo studio dei dati On-Chain, ha svelato che l'offerta di Bitcoin è in costante riduzione nonostante i prezzi più bassi.

Gli HOLDER non sono intenzionati a vendere i propri BTC

Ieri l'offerta attiva di Bitcoin ha raggiunto il livello più basso degli ultimi cinque mesi, al 44,5%.

Questo valore indica il numero di monete che sono state spostate negli ultimi due anni: l'ultima volta che venne raggiunto un valore tanto basso è stato quando la coppia BTC/USD si trovava a circa 22.000$.

In altre parole, vendere Bitcoin ai prezzi attuali risulta poco attraente per gli investitori che hanno acquistato l'asset prima della bull run del 2019

Questo sta aiutando anche a risollevare il morale dei traders: vari indicatori, compreso il popolare Crypto Fear & Greed Index, mostrano che Bitcoin a 36.000$ è fortemente sottovalutato.

Il sell-off di maggio ha fatto impennare il numero di nuove monete liquide sul network, interrompendo un trend di accumulo che durava da oltre due anni.

A tal proposito, Glassnode scrive:

"L'entità dell'accumulo negli ultimi due anni è notevole; tuttavia, lo è anche la pressione di vendita verificatasi a maggio. Questa recente vendita ha chiaramente spaventato gli investitori."

Bilanci di BTC sugli exchange in costante crescita

Anche i miners sembrano riluttanti a vendere. Rispetto alla media storica, i flussi in uscita dagli indirizzi dei miners sono ai livelli più bassi degli ultimi sette mesi.

Il crollo di maggio ha innescato un picco delle vendite, ma da allora questo trend si è invertito: si trova al valore più basso da novembre 2020.

Grafico dei flussi in uscita dei miner di Bitcoin. Fonte: Glassnode/Twitter

Sembra tuttavia che la paura dilaghi ancora fra i traders retail, che mantengono i propri BTC sugli exchange di criptovalute, pronti a vendere.

Quantità di Bitcoin sugli exchange. Fonte: Bybt

Guggenheim intensifica i suoi piani su Bitcoin

Il Guggenheim Active Allocation Fund, controllato dalla società di consulenza e investimento globale Guggenheim Partners, ha annunciato l'intenzione di lanciare un nuovo fondo che potrebbe cercare l'esposizione degli investimenti alle criptovalute, con particolare attenzione a Bitcoin (BTC).

Il fondo ha presentato il suo progetto in un deposito alla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, affermando che i suoi potenziali investimenti potrebbero provenire da "strumenti derivati ​​regolati in contanti, come future negoziati in borsa regolati in contanti, o tramite veicoli di investimento che offrono esposizione a Bitcoin o altre criptovalute attraverso investimenti diretti o esposizione indiretta come i contratti derivati”.

Detto questo, il Guggenheim Funds Trust riconosce che numerosi "aspetti significativi del trattamento fiscale degli investimenti in criptovalute sono incerti e un investimento diretto o indiretto in criptovalute può produrre reddito non qualificante".

Il documento descriveva la criptovaluta come un'innovazione tecnologica con una storia limitata, nonché un bene altamente speculativo, affermando che future azioni o politiche regolamentari "possono limitare, forse in misura materialmente avversa, il valore dell'investimento indiretto del Fondo in criptovaluta e la possibilità di scambiare una criptovaluta o utilizzarla per i pagamenti."

Scott Minerd, Global Chief Investment Officer (CIO) di Guggenheim Partners, sarà responsabile con altri tre della gestione quotidiana del portafoglio del Fondo.

Minerd è anche noto per i suoi precedenti avvertimenti sulle prospettive di un rally di BTC.

Lo scorso gennaio,ha affermato che "l'aumento parabolico di Bitcoin è insostenibile nel breve termine", vulnerabile a una battuta d'arresto e che "l'obiettivo di rialzo tecnico di 35.000 USD era stato superato".

In particolare, questa dichiarazione è stata fatta mentre la società stessa stava aspettando il permesso di riservarsi il diritto di investire fino al 10 % del suo Macro Opportunities Fund da 5,3 miliardi di dollari nel Grayscale Bitcoin Trust.

In un'intervista con Bloomberg quello stesso mese, Minerd aveva affermato che il picco dei prezzi delle criptovalute stava portando i mercati "in una frenesia speculativa", ma aveva suggerito anche che, a causa della domanda di alcuni dei suoi clienti, Guggenheim Partners era già salito sul treno bitcoin.

Questo tipo di azioni contraddittorie da parte di questa e di altre società ha suscitato commenti  secondo cui le mosse relative a BTC di Guggenheim potrebbero far parte di un gioco per "rendere bitcoin più economico" guidato da Wall Street.

Anche il CIO ha ricevuto un avvertimento la scorsa settimana.

Google alleggerisce i divieti sugli annunci legati ai crypto exchange e i wallet

La nuova policy consentirà alle società che hanno ottenuto determinate licenze di pubblicare annunci pubblicitari.

 

Con una decisione arrivata a sorpresa mercoledì, il gigante della pubblicità online Google ha revocato un divieto ormai in vigore da quasi tre anni, che non consentiva agli exchange di criptovalute di avvalersi dei servizi pubblicitari del motore di ricerca.

"A partire dal 3 agosto”, si legge in una nota di aggiornamento pubblicata nella sezione dedicata all’assistenza, “gli inserzionisti che intendono offrire exchange e wallet crypto destinati agli utenti degli Stati Uniti possono pubblicizzare i prodotti e i servizi a condizione che rispettino i seguenti requisiti e abbiano ottenuto la certificazione da Google”.

Le condizioni che gli exchange devono soddisfare includono la necessità di essere registrati, “presso la FinCEN come società che offre servizi finanziari e presso almeno uno Stato in qualità di emittente denaro”, oppure “come ente bancario federale o statale”, aprendo in questo modo l’accesso a servizi come Anchorage e Paxos.

Tuttavia, la nuova policy non aprirà ancora le porte alla maggior parte delle istituzioni che operano nel settore delle crypto, dal momento che "gli annunci per le Initial Coin Offering, i protocolli di trading DeFi e in generale per l'acquisto, la vendita o lo scambio di criptovalute o di prodotti correlati" continuano a essere vietati. Anche aggregatori di notizie e grafici, nonché servizi d'analisi, rimangono nella blacklist.

Le politiche di Google sugli annunci crypto sono state spesso contrastanti; gli esperti le hanno definite anche “ingiuste” in alcuni casi. Per tutto il 2018, il gigante dei motori di ricerca ha fatto più volte retromarcia sul divieto di pubblicizzare gli exchange, inserendo addirittura "Ethereum" tra le parole vietate negli annunci ma allo stesso tempo consentendo occasionalmente a progetti fraudolenti di apparire fra le pubblicità nonostante le severe direttive adottate.

La nuova politica pubblicitaria potrebbe comportare un vero e proprio bombardamento di annunci per gli appassionati di criptovalute che risiedono negli Stati Uniti. Binance.US e FTX sono attualmente in lotta per ritagliarsi quote del mercato americano.

FTX, in particolare, appare disposto a investire in forme pubblicitarie non convenzionali. All'inizio di quest'anno l'azienda ha ottenuto il diritto di scegliere il nome dello stadio di casa dei Miami Heat, nota squadra della NBA, fino al 2040: presto diventerà FTX Arena.

Dogecoin impenna del 40% in seguito alla quotazione su Coinbase Pro e ai tweet di Musk

Il prezzo di DOGE torna sopra i 0,40$ poco dopo la quotazione su Coinbase Pro e il supporto su Twitter da parte di Elon Musk.


Ieri il prezzo della meme-coin Dogecoin (DOGE) è cresciuto il oltre il 40%, in seguito alla quotazione su Coinbase Pro e all'ennesima raffica di tweet da parte di Elon Musk.

Coinbase ha annunciato la quotazione di Dogecoin sulla sua piattaforma dedicata ai traders professionisti, Coinbase Pro, nel corso della giornata di martedì, risvegliando così l'interesse dei traders nell'asset: il prezzo della criptovaluta era infatti crollato del 60%, da un picco di 0,726$ a un minimo di 0,286$, in seguito alla correzione generale delle crypto avvenuta questo mese.

Nelle ore successive all'annuncio di Coinbase, il prezzo di DOGE è rapidamente impennato sopra i 0,40$, livello a cui si trova attualmente.

In questo momento Coinbase accetta soltanto depositi di Dogecoin, così da assicurare un alto grado di liquidità in vista dell'avvio del trading previsto per giovedì. Inizialmente saranno supportato cinque coppie di trading: DOGE/USD, DOGE/BTC, DOGE/EUR, DOGE/GBP e DOGE/USDT.

Elon Musk, CEO di Tesla, potrebbe aver ulteriormente contribuito alla crescita di DOGE grazie ai suoi meme su Twitter. Il suo ultimo messaggio mostra il noto Shiba Inu davanti a un vecchio computer, con il messaggio: "Devo tenere la mia passione nascosta al pubblico, o sarò ostracizzato dalla società."

"Ho trovato questa foto di me da bambino."

Musk ha anche ritwittato un vecchio meme legato a Dogecoin, da lui originariamente condiviso nel 2020, che mostra una tempesta di sabbia con fattezze canine travolgere il sistema finanziario tradizionale.

Ciononostante, Musk ha recentemente ricordato ai suoi 56 milioni di follower di non essere ufficialmente legato al progetto, e pertanto la sua influenza sui futuri sviluppi della criptovaluta è limitata:

"Ricordo che Dogecoin non presenta alcuna organizzazione formale e che nessuno lavora per me. La mia capacità di influenzare il progetto è limitata."

SLIP QUOTIDIANI

Nuove carriere blockchain in JPMorgan, continua la battaglia di Ripple + Altre notizie

Notizie sulle carriere

  • Il gigante statunitense dell'investment banking JPMorgan Chace & Co ha ora oltre 70 posizioni di lavoro aperte relative alla blockchain negli Stati Uniti, in Europa e in Asia. Includono product manager, sviluppatori, ingegneri, ricercatori, posizioni relative ai pagamenti e altro ancora.

Notizie sugli investimenti

  • Cryptology Asset Group, una società di investimento europea per attività legate alla blockchain e alle criptovalute fondata da Christian Angermayer e Mike Novogratz, ha impegnato 100 milioni di dollari per investire a livello globale in fondi di rischio legati alle criptovalute, nei prossimi due anni. La loro attenzione sarà rivolta per la prima volta ai fondi e ai gestori emergenti. La loro strategia di investimento in fondi comprenderà sia fondi che investono in partecipazioni di società collegate a criptovalute e blockchain, sia fondi che investono in criptovalute e token.
  • Il sindaco di Miami Francis Suarez ha confermato di possedere sia Bitcoin (BTC) che Ethereum (ETH) e sta pianificando di aumentare le sue partecipazioni in criptovalute.
  • Il gruppo di acceleratori blockchain della Corea del Sud ROK Capital e Solana Foundation hanno lanciato un fondo da 20 milioni di dollari per sviluppare l'ecosistema blockchain di Solana (SOL). Collaborando con Solana, l'azienda spera di avviare una serie di progetti infrastrutturali incentrati su Solana, inclusi quelli relativi a Web3, DeFi e NFT, hanno affermato in un annuncio.
  • Impossible Finance, uno sviluppatore di incubatori DeFi, launchpad e piattaforme di swap, ha affermato di aver raccolto oltre 7 milioni di dollari da oltre 125 investitori istituzionali e angel, tra cui True Ventures, CMS Holdings, Alameda Research e Hashed.
  • Pontem, un framework di applicazioni decentralizzate (dapp) per il progetto Diem di Facebook, ha affermato di aver ottenuto un investimento di 4,5 milioni di dollari, in un round di finanziamento privato guidato da Mechanism Capital e Kenetic Capital.

Notizie sugli exchange

  • BitFlyer ha affermato di aver aperto l'accesso alla sua coppia BTC-yen giapponese ai traders negli Stati Uniti . "Aprendo l'accesso ai mercati BTC/JPY per i residenti negli Stati Uniti, consentiamo una connessione più stretta tra i due mercati delle criptovalute", ha aggiunto Joel Edgerton, Chief Operating Officer di bitFlyer USA.
    Etoro ha visto un aumento di nuovi utenti di oltre il 200% nel primo trimestre dell'anno, secondo quanto riportato da Financial News. La piattaforma ha registrato 3,1 milioni di nuovi utenti sulla sua piattaforma nei primi tre mesi del 2021, rispetto a 1 milione nello stesso periodo dello scorso anno e 5,2 milioni per l'intero 2020.

Notizie sul mining

  • Argo Blockchain ha affermato di aver fatto mining di 166 BTC(6,4 milioni di dollari) o "Bitcoin Equivalent" a maggio, rispetto ai 163 BTC di aprile. Inoltre ha aggiunto che ciò porta la quantità totale di BTC estratti da inizio anno a 716 BTC.

Notizie sull'adozione

  • La piattaforma fintech peer-to-peer Paxful ha annunciato Paxful Pay, una soluzione di e-commerce che consente alle aziende di tutto il mondo di ricevere BTC. Il servizio consente ai clienti di pagare con quasi 400 metodi di pagamento, scambiando in Bitcoin che viene inviato al wallet digitale del commerciante.
  • Secondo l'innovatore della comunità di Ethereum Alex Van de Sande, la piattaforma di micro-tipping della Fondazione Ethereum TipJar è stata ritirata e un totale di 12 milioni di dollari di fondi  trasferiti al wallet principale "EthDev". Ha aggiunto che non ci sono ancora piani sul fatto che in futuro verrà sostituto TipJar.

Notizie su DLT 

  • La piattaforma IOTA (MIOTA) ha lanciato IOTA 2.0 DevNet, la prima rete IOTA "completamente decentralizzata" senza la necessità di un Coordinatore (un nodo gestito dalla Fondazione IOTA per la protezione della rete e la conferma delle transazioni), insieme al nuovo framework di asset digitali, hanno affermato, aggiungendo che DevNet è aperto alla partecipazione di chiunque e di qualsiasi macchina per effettuare transazioni senza commissioni e su cui basarsi. Segna l'inizio della creazione di dapp e nuovi modelli di business prima del lancio di IOTA 2.0 sulla rete principale, noto come Coordicide.

Novità sui regolamenti

  • Le società di criptovalute del Regno Unito hanno tempo fino al 31 marzo 2022 per iscriversi al regime di registrazione temporanea (TRR), presso la Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito, invece della precedente scadenza del 9 luglio 2021, ha annunciato l'istituzione. Il TRR viene messo in atto in modo che le aziende cripto possano continuare a offrire i propri servizi nel paese fino a quando la FCA non avrà completato la valutazione di tutti i richiedenti.

Notizie legali

  • Il CEO di Ripple Brad Garlinghouse e il co-fondatore Chris Larsen chiedono l'indagine della società madre di Bitfinex iFinex e altri 14 exchange di criptovalute internazionali. Questa mozione è una risposta alla battaglia in corso con la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti sulla presunta violazione del Securities Act statunitense. Indagare su questi exchange dimostrerebbe che la vendita di XRP è stata effettuata al di fuori degli Stati Uniti e quindi fuori dalla giurisdizione della SEC, afferma il memorandum.
  • Il co-fondatore di Apple Steve Wozniak ha perso la sua causa contro YouTube, che ,secondo Apple, avrebbe contribuito a indirizzare il traffico verso elargizioni fraudolente di BTC che utilizzavano la sua foto, ha riferito Bloomberg. La ragione di questa sentenza provvisoria è che le piattaforme Internet sono protette dalla responsabilità per i contenuti pubblicati dagli utenti.

Notizie sulla DeFi 

  • Il provider di finanza decentralizzata (DeFi) basato su Bitcoin Sovryn ha annunciato una conferenza virtuale e un hackathon chiamata Sovrynthon. Si svolgerà tra il 4 giugno e il 18 luglio di quest'anno, con 250.000 USD in premi e 250.000 USD in sovvenzioni post-hackathon per progetti promettenti. Grazie alla loro partnership con una piattaforma quotata basata su premi in Ethereum Gitcoin, ci saranno premi aggiuntivi, con importi ancora non divulgati, ha affermato tramite e-mail.
  • L'aggregatore di exchange decentralizzato (DEX) Matcha sta diventando la prima piattaforma DeFi ad accettare fiat come risultato di una partnership con la soluzione di pagamenti cripto MoonPay. Gli utenti saranno in grado di convertire fiat in criptovalute direttamente sulla piattaforma Matcha, grazie al servizio di MoonPay, mentre i primi 100.000 dollari in fondi fiat, generati dall'integrazione saranno completamente gratuiti, afferma l'annuncio via e-mail.

HEAT MAP