Mindthechart CryptoBLog ( Kusama aste, El Salvador, Bitcoin, Doge, BitMEX, Victory Capital, Cina+molto altro)

UNO SGUARDO ALLO STOCK! 

Stonks si è ripreso dopo la debolezza di mercoledi'. ⛹️‍♂️

Consumer prices  sono aumentati del 5% rispetto all'anno precedente, il più grande aumento di maggio in quasi 13 anni, secondo il Dipartimento del Lavoro.

Il Nasdaq ha guidato, guadagnando lo 0,78%. Le small cap sono rimaste indietro, perdendo lo 0,68%. L'S&P 500 ha chiuso a un record. 💯

I Memestock hanno incontrato il loro creatore oggi. 🔪💀 $GME ha ceduto il 27%, $AMC ha sgonfiato il 13% e $CLOV è crollato del 15%.

La sanità è stata ancora una volta il settore più performante. XLV ha chiuso in rialzo dell'1,71% al massimo storico.

Ecco le stampe di chiusura:

S&P500 4.239  +0,47%

Nasdaq 14.020   +0,78%

Russell 2000 2.311  -0,68%

Dow Jones 34.466   +0,06%

 

COSA SUCCEDE NEL MONDO CRYPTO?

 

Bitcoin GIF | Gfycat

INDICE FUD E FOMO

  

Aste Kusama Parachain - La prossima generazione di offerte token è qui.
CH] [004] Gavin Wood - Rarible | OpenSea

C'è un sacco di buzz underground nelle criptovalute che circonda le imminenti aste di Polkadot e Kusama. Le reti sorelle, fondate dal co-fondatore di Ethereum Gavin Wood, mirano a dare agli sviluppatori la possibilità di creare nuove risorse crypto e applicazioni decentralizzate sulla rete, con l'interoperabilità con altre blockchain come vantaggio principale. 

Le aste sono uno sviluppo chiave dell'ecosistema in quanto offrono agli investitori retailers l'opportunità di partecipare a nuovi lanci di progetti e ricevere token di quel progetto. Una differenza fondamentale tra le aste parachain e le ICO (o IDO e IEO), tuttavia, è che i partecipanti mantengono il controllo e la proprietà sui propri fondi. Invece di scambiare ETH con token, gli utenti possono puntare il loro DOT o KSM in cambio di airdrop del progetto. Se il progetto perde l'asta o lo slot parachain scade, tutti i fondi vengono restituiti.

Come funzionano le aste di Parachain?

Sia Polkadot che Kusama sono progettati attorno a due tipi di blockchain: di relay e parachain. Le relay finalizzano le transazioni di rete, mentre le parachain confermano che le transazioni siano accurate. 

Le relay non supportano smart contract  stessi. Invece una catena di relè protegge la funzionalità dello smart contract dalle parachain che si collegano ad essa. Per lanciare un progetto su una delle relay chain, come Polkadot o Kusama, i progetti devono competere per uno dei 100 slot di parachain disponibili, ma quel numero è soggetto a modifiche nel tempo attraverso il voto di governance. 

Per vincere un'asta di parachain, i progetti devono scommettere decine di milioni di dollari, solitamente realizzati tramite "crowdloans" sostenuti dai membri della comunità. I progetti devono competere per un numero limitato di posti, con ampi pool di capitale, creando un isolamento del capitale contro la volatilità del mercato, ma la maggior parte dei finanziamenti non garantisce necessariamente uno slot parachain. 

Prima dell'inizio dell'asta, i sostenitori possono mettere in stake DOT o KSM per un periodo di tempo predeterminato, di solito 48 settimane per Kusama, per supportare il progetto che ritengono dovrebbe ricevere lo slot parachain. In cambio, molti dei progetti stanno impegnando token airdrop e altri premi per i loro sostenitori. Sembra che i progetti potranno anche acquistare slot parachain sui mercati secondari da coloro che l'hanno vinto all'asta. 

Le aste di Kusama inizieranno il 15 giugno, con un programma completo disponibile sul loro sito web.  Le aste di Polkadot dovrebbero seguire entro la fine dell'estate.

Quali progetti stanno lanciando?

Moonbeam | Polkadot Smart Contract Platform

Ci sono dozzine di progetti in lista per i posti parachain disponibili nelle prossime settimane. Per illustrare alcuni dei migliori progetti, ne ho scelti cinque che mi sono stati segnalati dai membri della comunità e che hanno ricevuto il supporto agli investimenti più istituzionale prima del lancio. 

Sakura: progetto gemello di Clover, un candidato parachain del sistema operativo su Kusama, supportato da Polychain Capital, Bithumb Global, OKex Blockdream Fund, Alameda Research

Karura : il progetto gemello di Acala, la costruzione di un hub DeFi su Kusama, supportato da Arrington XRP, Pantera, ParaFi Capital e Coinbase Ventures. 

Moonriver : progetto gemello di  Moonbeam, una piattaforma Solidity Smart Contract su Kusama, sostenuta da Coinbase Ventures, Parafi e Fenbushi Capital.

Crust Shadow:  progetto gemello di Crust Networks, una rete di storage decentralizzata per l'ecosistema Web3.0, che supporta più protocolli di storage come IPFS. Crust è supportato da Chain Capital e Bitcoin.com.

Shiden :  il progetto gemello di Plasm Net, una piattaforma di smart contract  multichain per Kusama e supportata da Binance Labs, Block Dream Fund, Microsoft e Berkeley Blockchain Accelerator.

Come partecipare alle aste Kusama

Esistono opzioni sia centralizzate che decentralizzate per consentire agli utenti di mettere in staking i propri DOT e KSM per le aste di parachain. 

I partecipanti possono contribuire direttamente a KSM senza lasciare l'exchange tramite Kraken, KuCoin e OKex. 

In alternativa, i partecipanti possono mettere in stake il loro KSM attraverso opzioni decentralizzate come Bounce Decentralized Auction Protocol , MathWallet , FearlessWallet e Polkadot.js .

Resta da vedere se Polkadot e Kusama creeranno un nuovo standard per consentire ai partecipanti di unirsi alle reti crypto in futuro. È chiaro, tuttavia, che la community è entusiasta di supportare il nuovo ecosistema attraverso le prossime aste e oltre.

El Salvador porta un nuovo enigma globale: Cos'è Bitcoin e Come tassarlo?

Ci sono un gran numero di questioni che vengono dibattute oggi, a seguito della notizia che El Salvador ha riconosciuto la criptovaluta numero uno al mondo, Bitcoin (BTC), come moneta a corso legale. Ciò potrebbe portare alcuni cambiamenti importanti in materia di come il bitcoin verrà trattato sul lato legale a livello globale. Tuttavia, in che modo e in che misura non è ancora ben chiaro.

Come riportato, l'Assemblea Legislativa di El Salvador ha approvato oggi la legge Bitcoin. Inoltre, il conto alla rovescia di 90 giorni per la promulgazione è già iniziato, il che significa che, a settembre, BTC sarà riconosciuto come un pagamento adeguato per qualsiasi debito monetario.

La nuova legge consente anche di esprimere i prezzi in BTC e di pagare le tasse, mentre i cambi in BTC non saranno soggetti all'imposta sulle plusvalenze.

"Sarà interessante vedere come reagiranno le autorità fiscali di tutto il mondo ha affermato Richard Howlett, avvocato presso Selachii Legal Limited, uno studio legale con sede a Londra.

Secondo lui, se El Salvador dichiarasse che ad essere in corso legale è solo BTC, allora solleverebbe la questione secondo cui anche altrove BTC non dovrebbe essere soggetto all'imposta sulle plusvalenze.

"Tuttavia, temo che i governi di tutto il mondo non vogliano perdere il reddito fiscale derivante dalle plusvalenze e probabilmente affermerebbero che non lo riconoscono come valuta e che rimane classificato come un'asset", ha detto Howlett, aggiungendo che servirebbe qualche precedente legale per cambiare le cose.

"Se un tribunale concorda sul fatto che non è soggetto all'imposta sulle plusvalenze in quanto è una valuta, allora ci saranno molti proprietari di criptovalute davvero felici!"

Niklas Schmidt, partner dello studio legale austriaco Wolf Theiss e autore di due libri sulle criptovalute, ha anche osservato che, il fatto che il corso legale di El Salvador sia ora BTC, significa che le disposizioni legali che fanno riferimento al corso legale di altre giurisdizioni probabilmente copriranno anche bitcoin.

"Ci sono molte norme che si applicano alle valute e in cui in precedenza si poteva dire che il bitcoin non era incluso. Ora che il bitcoin è stato adottato da un paese come valuta, dovrà essere rivalutato se tali norme dovranno essere applicate anche a BTC, " ha detto a Cryptonews.com, sottolineando che non è possibile fare una dichiarazione generale applicabile a tutti i paesi.

"Ci saranno casi in cui ciò avrà un impatto e casi in cui non sarà così, a seconda dell'interpretazione della formulazione di una disposizione", ha aggiunto Schmidt.

Nel frattempo, un avvocato con sede negli Stati Uniti ha dichiarato che fintanto che l'Internal Revenue Service tratta BTC come la vendita di proprietà, in termini di transazioni internazionali, non è saggio utilizzare BTC in accordi commerciali internazionali con i partner salvadoregni, "considerando la sua instabilità e difficoltà nell'attività bancaria".

"La maggior parte delle principali società internazionali non sarà entusiasta di accettare bitcoin come offerta in un accordo", ha aggiunto l'avvocato, che ha voluto rimanere anonimo.

In entrambi i casi, El Salvador sarà sotto i riflettori per qualche tempo.

Una trovata sperimentale

"I governi e le banche centrali di tutto il mondo osserveranno l'esperimento di El Salvador per vedere se Bitcoin diventa parte della vita quotidiana per pagamenti e rimesse, e una riserva per banche e società nel paese", ha affermato Ross Middleton, Capo dell'ufficio finanziario di DeversiFi, una piattaforma di trading decentralizzata di livello 2 (DEX) e di finanza decentralizzata (DeFi).

Tuttavia, per Howlett, il modello di El Salvador non può essere semplicemente copiato e incollato, poiché ogni paese legifererebbe a modo suo, secondo le proprie procedure formali; ma “poiché il modello di El Salvador si dimostrerà un successo, altri paesi lo seguiranno.”

Howlett stima che, molto probabilmente, a seguire El Salvador saranno i paesi che "hanno la demografia di un paese del terzo mondo" e l'adozione di BTC "potrebbe generare ricchezza inimmaginabile per loro e portare un po' di sollievo".

E se si tratta in particolare dei paesi dell'UE e del Nord America che potrebbero fare lo stesso di El Salvador, è meglio non trattenere il respiro.

Secondo Howlett, l'UE è "troppo presa dalla propria presunzione per adottare il BTC", motivo per cui "perdono molte opportunità". Adotteranno BTC invece dell'Euro? "Nel breve termine no", ha detto, e nel lungo termine, "se (ed è un grande se) l'UE rimane un blocco unificato, c'è la possibilità che ciò potrebbe accadere, ma se l'UE cade e i paesi al suo interno tornano a essere da soli, avrebbe perfettamente senso che quei paesi adottassero BTC invece di tornare alla loro precedente valuta”.

"Nell'Eurozona, in base alle regole attuali, ai paesi è vietato introdurre una nuova forma di moneta a corso legale; quindi, l'adozione del bitcoin come moneta a corso legale nell'Unione Europea sarebbe possibile solo da quei pochi paesi che non fanno parte dell'Eurozona. Tuttavia, penso che ciò sia altamente improbabile", ha aggiunto Schmidt.

Anche il Nord America probabilmente non lo farebbe mai, secondo Howlett, poiché "a loro (ma anche al Regno Unito) piace stampare denaro come e quando gli fa comodo". Inoltre, sia il Nord America che il Regno Unito si attengono "ai valori antiquati e al modo in cui sentono di dover controllare i propri cittadini".

Nel frattempo, Schmidt ha descritto l'iniziativa del presidente di El Salvador come "una trovata sicuramente pubblicitaria" che ha messo "questo piccolo paese latinoamericano sotto i riflettori".

Sebbene audace, la mossa non è "una panacea per tutti i mali di El Salvador", ha detto Schmidt. Ha sostenuto che i paesi dell'America Latina sono in "un pasticcio" risultato da decenni di marxismo economico e culturale - un pasticcio che è stato recentemente evidenziato da centinaia di persone che si scattano selfie davanti ad un cassonetto pieno di banconote venezuelane senza valore all'evento Bitcoin della scorsa settimana a Miami.

Tuttavia, Howlett ha affermato che BTC potrebbe aiutare un paese in caso di iperinflazione.

"Adottando BTC come moneta a corso legale, una 'valuta' decentralizzata, possono evitare l'iperinflazione, e questo offre loro un'incredibile opportunità di prosperare come paese e come governo", ha affermato.

_____

Altre reazioni

Cosa succederebbe a Bitcoin se il governo cercasse di prenderne il controllo?

Qualcuno teme che il governo americano possa "hackerare" Bitcoin, dopo che il DOJ ha recuperato una parte del riscatto in BTC pagato da Colonial Pipeline. Può un'entità esterna assumere realmente il controllo del network?

Il 7 giugno, una task force del governo statunitense ha confiscato oltre 2 milioni di dollari in Bitcoin (BTC), usati per pagare un riscatto in seguito a un attacco ai danni del sistema informatico di Colonial Pipeline. Un mandato presentato alla Corte Distrettuale della California del Nord mostra che le autorità hanno recuperato 63,7 BTC.

Mentre la notizia si diffondeva attraverso i media mainstream, alcune testate hanno suggerito che il governo degli USA avrebbe hackerato in qualche modo l’indirizzo Bitcoin per estrarre i fondi. Per esempio, Justin Wolfers, professore dell’University of Michigan e collaboratore del New York Times, ha twittato:

“Le notizie secondo cui il governo ha trovato il modo per sottrarre Bitcoin dai wallet online di criminali informatici senza dubbio riduce ulteriormente i casi d’uso di Bitcoin.”

Questo commento ha scatenato una discussione sulla possibilità di penetrare la criptografia SHA-256, e in tal caso perché sprecare questa abilità sbloccando un wallet di Bitcoin che contiene solo 2 milioni di dollari?

Lo stesso tipo di criptografia è utilizzato dalla National Security Agency, banche, agenzie straniere, sistemi di archiviazione cloud, e da gran parte dei dispositivi elettronici come smartphone e app di comunicazione.

Se i governi volessero creare caos nel mercato delle criptovalute, dovrebbero realizzare enormi vendite per influenzare negativamente il prezzo. Tuttavia, almeno 3 segnali suggerirebbero probabilmente lo svolgimento di uno scenario del genere.

Il picco di open interest dei future su BTC del CME

Il veicolo più probabile con cui le entità governative shorterebbero (venderebbero) sono i future su Bitcoin del CME. Oltre alla pressione sul prezzo, gli analisti dovrebbero confermare un forte aumento dell’open interest, ovvero il numero totale di contratti attivi. Sfortunatamente, il CME non fornisce dati in tempo reale per questo indicatore.

Dati sul regolamento dei future su Bitcoin del CME

Come mostrato sopra, ogni contratto future su Bitcoin del CME rappresenta 5 BTC, quindi l’open interest di 7.572 ammonta a 37.860 BTC. Questi contratti hanno un regolamento finanziario, quindi il vincitore viene pagato in dollari.

Anche se l’attuale open interest da 1,25 miliardi di dollari non sembra abbastanza significativa da creare turbolenze, a febbraio la cifra ha raggiunto 3,3 miliardi di dollari con Bitcoin vicino a 58.000$. Quindi, un aumento rapido e sostanziale dell’open interest è un potenziale indicatore di attività governativa.

Il premium dei future dovrebbe diventare negativo

Un grande venditore di contratti future causerebbe una distorsione monetaria nel premium dei future. A differenza dei contratti perpetui, questi future a scadenza fissa non hanno un funding rate, quindi il loro prezzo varia notevolmente dai normali exchange spot.

Misurando il divario di prezzo tra i future e il mercato spot, un trader può misurare il grado di ottimismo nel mercato. Nel caso di un’attività aggressiva da parte degli short (venditori), il contratto future a due mesi presenterà uno sconto pari o superiore all’1%.

Premio/sconto dei future su Bitcoin con scadenza a luglio del CME vs. Coinbase. maggio 2021
I future con scadenza a luglio del CME vengono scambiati tra uno sconto dello 0,5% e un premium dell’1,5% rispetto ai normali exchange spot. Tuttavia, durante il crollo del 19 maggio, la vendita aggressiva di contratti future ha spinto il prezzo a uno sconto del 2,5% rispetto a Coinbase.

Questo movimento può avvenire durante l’esecuzione di ordini di liquidazione o quando grandi operatori decidono di shortare il mercato usando derivati.

L’infrastruttura degli exchange verrebbe presa di mira

Anche se la maggior parte degli exchange di criptovalute hanno stabilito i propri server in posizioni remote, i governi potrebbero cercare di sequestrare server fisici o domini web.

Gli investitori che seguono il settore crypto dal 2017 ricorderanno che a luglio di quell’anno Alex Vinnik, fondatore di BTC-e, è stato arrestato e il sito web è stato confiscato dal governo statunitense.

Qualsiasi azione coordinata da parte di governi per reprimere le criptovalute coinvolgerà probabilmente un’enorme iniziativa “antiriciclaggio di denaro” contro gli exchange, soprattutto quelli che offrono prodotti derivati a investitori retail.

Quindi, in assenza di questi 3 segni, non c’è motivo di credere che sia in corso un’enorme campagna governativa per distruggere il settore.

DOGE vs. BTC: la 'corsa allo spazio' fra Elon Musk e BitMEX è appena iniziata

Riusciranno BitMEX e Bitcoin a battere Elon Musk e il suo Dogecoin nel lancio del primo asset crypto nell’orbita lunare?

Tra Elon Musk e BitMEX sembra essere in atto una vera e propria corsa allo spazio del 21° secolo, visto che entrambi hanno promesso che lanceranno per primi la loro rispettiva crypto sulla luna.

Il 4 giugno, il noto exchange di derivati crypto BitMEX ha annunciato che avrebbe supportato la società di robotica spaziale, Astrobotic Technology, nella sua missione di mandare il primo lander commerciale sulla luna nel quarto trimestre del 2020.

La missione mira a essere il primo evento in cui "una società privata alla guida di una coalizione formata da governo, università, industria e partner internazionali raggiunge la superficie lunare", e BitMEX ha deciso di cogliere l'occasione per far arrivare un token fisico di Bitcoin (BTC) sulla superficie lunare. Riferendosi a Musk come al "protagonista di Dogecoin", BitMEX ha commentato:

"Non abbiamo nulla contro il denaro canino. Abbiamo solo pensato che sarebbe stata una buona far arrivare Bitcoin per primo sulla luna."

L'annuncio fa seguito alla notizia di inizio maggio diffusa da Elon Musk, secondo cui DOGE sarebbe stata la prima criptovaluta a raggiungere l'orbita lunare il prossimo anno: Dogecoin finanzierà il carico di uno dei razzi che SpaceX manderà sulla luna.

Musk ha risposto alle nuove ambizioni astronomiche di BitMEX su Twitter, proclamando: "Che la nuova corsa allo spazio abbia inizio!"

Le risposte al tweet di Elon da parte dei suoi fan si sono fatte sentire forti e chiare, con l’augurio che sia DOGE a vincere questa gara. Tuttavia non sono mancati commenti più aspri, secondo cui al momento sulla Terra ci sarebbero problemi più urgenti, rispetto a quale token sarà il primo a entrare nell'orbita di un altro corpo celeste:

"Potremmo occuparci dei problemi qui sulla Terra prima di buttarci nello spazio, mentre i senzatetto dormono per strada e la classe media fa fatica a tirare avanti?

Che hai in testa? Prova a guardarti attorno."

Sebbene l'iniziativa "Dogecoin sulla luna" abbia rapidamente catturato l’attenzione del grande pubblico, in realtà Musk non è stato il primo a ideare la possibilità di portare le criptovalute al di fuori dell'orbita terrestre.

Il primo ad aver aperto la strada all'uso di satelliti crypto è stato Blockstream, che ha lanciato dei satelliti per trasmettere transazioni in Bitcoin dallo spazio nell'agosto 2017.

Nell'agosto 2020, Robonomics e Kusama hanno annunciato un ambizioso piano per sviluppare "un'architettura interplanetaria" in grado di trasmettere dati tra Marte e la Terra utilizzando la rete Kusama.

CryptoSat ha descritto, in un whitepaper del novembre 2017, l’idea alla base del suo ambizioso piano di lanciare un nano satellite delle dimensioni di una tazza di caffè nello spazio. Il satellite dovrebbe operare dall’orbita come modulo crittografico isolato. Il team prevede di dare una dimostrazione del programma con un lancio che avverrà quest'anno, per poi inviare in orbita un'intera costellazione di CryptoSats in un secondo momento.

Analogamente, Spacechain è stato lanciato nel 2017 e ha già distribuito con successo dei nodi in orbita. Il 3 giugno 2021, il progetto ha annunciato che il suo carico multisig di Ethereum, destinato all'installazione sulla International Space Station, era stato lanciato a bordo di un razzo SpaceX.

Victory Capital, società di investimenti da 157 miliardi di dollari, entrerà nel mercato crypto

La società vuole offrire agli investitori statunitensi esposizione alle crypto attraverso un fondo privato che replica il Nasdaq Crypto Index.

La società d’investimenti Victory Capital Management ha annunciato che prenderà provvedimenti per consentire ai suoi investitori negli Stati Uniti di ottenere esposizione al mercato crypto.

In un annuncio pubblicato mercoledì, Victory Capital ha dichiarato che sarà lo sponsor esclusivo di “fondi di collocamento privato e altri veicoli” basati sul Nasdaq Crypto Index, o NCI, un indice sviluppato da Nasdaq e dal crypto asset manager brasiliano Hashdex. La società intende lanciare un fondo privato per investitori accreditati che replica l’NCI, oltre a fondi privati basati sul Nasdaq Bitcoin Reference Price Index e sul Nasdaq Ethereum Price Index.

Le criptovalute sono una classe di asset valida che può far parte di un portafoglio ben diversificato,” ha commentato Mannik Dhillon, presidente di VictoryShares, il provider di ETF di Victory Capital:

“Investendo in un portafoglio progettato per replicare l’NCI, gli investitori possono generare rendimenti che si allineano con il mercato delle criptovalute in modo diversificato, ottenendo esposizione a molteplici asset digitali mentre questo mercato continua a evolversi e maturare.”

A settembre 2020, Hashdex ha collaborato con Nasdaq per lanciare un exchange-traded fund su Bitcoin nelle Bermuda, e a febbraio il Bermuda Stock Exchange ha approvato il prodotto. Il suo Nasdaq Crypto Index è composto da otto criptovalute: Bitcoin (BTC), Ether (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC), il token LINK di Chainlink, Lumen di Stellar (XLM), Filecoin (FIL) e il token UNI di Uniswap.

Stando a dati aggiornati il 30 aprile, Victory Capital ha oltre 157 miliardi di dollari in asset under management. Per fare un paragone, mercoledì il manager di asset digitali Grayscale ha segnalato 30,9 miliardi di dollari in asset under management per i suoi prodotti di investimento crypto.

SLIP QUOTIDIANI

Nuovi importanti operatori entrano nel mercato cripto, la Cina nasconde Binance, OKEx e Huobi + Altre notizie

Notizie sugli investimenti

  • Interactive Brokers Group prevede di iniziare a offrire il trading di criptovalute, attraverso la sua intermediazione entro la fine dell'estate, ha riferito  Reuters, citando il fondatore e presidente Thomas Peterffy. Non ha detto quali criptovalute sarebbero state disponibili per il commercio, ma l'agenzia di intermediazione con sede a New York ha iniziato a offrire future su Bitcoin (BTC) a dicembre 2017, aggiunge il rapporto.
  • Victory Capital Holdings ha affermato che la sua società di consulenza per gli investimenti interamente controllata, Victory Capital Management, ha stabilito accordi esclusivi sia con Nasdaq che con Hashdex, gestore di asset focalizzato sulle criptovalute, prima dei piani per entrare nel mercato delle criptovalute. Victory Capital sarà lo sponsor esclusivo di fondi di collocamento privato e altri veicoli per gli investitori statunitensi, basati sul Nasdaq Crypto Index, un indice cripto multi-moneta, sviluppato congiuntamente da Nasdaq e Hashdex, hanno affermato. Victory Capital è una società di gestione patrimoniale globale diversificata, con 157,1 miliardi di dollari di asset in gestione al 30 aprile 2021.
  • Circle ha dichiarato di aver lanciato un prodotto Yield, basato su USDC, disponibile per clienti selezionati, tramite Early Access Program. Con Circle Yield, le aziende possono accedere a nuovi modi per costruire programmi di tesoreria aziendale, "attraverso mercati di prestito di asset digitali in rapida crescita", ha aggiunto la società.
  • La società di gestione e trading di criptovalute BlockFi è in trattative per raccogliere più fondi a soli tre mesi dalla chiusura del precedente round di finanziamento, secondo quanto riportato da The Information, citando due persone segrete che hanno familiarità con i colloqui sull'accordo. Sarà di "diverse centinaia di milioni di dollari" e valuterebbe l'azienda a circa 5 miliardi di dollari o 2 miliardi di dollari in più rispetto al round precedente.

Notizie sugli exchange

  • Le ricerche di parole chiave per piattaforme di trading online, tra cui Binance, OKEx e Huobi su popolari servizi Internet cinesi come Baidu, Sogo, Zhihu o Weibo non stanno producendo risultati a causa di una possibile censura, ha riferito Bloomberg.
  • Gemini ha affermato di aver acquisito la startup di custodia delle criptovalute Shard X. La tecnologia crittografica di calcolo multiparte (MPC) della startup sarà integrata nella gestione delle chiavi distribuite e multi-sito e nell'infrastruttura di firma dell'exchange per aumentare la velocità del loro servizio, ha affermato l'exchange.
  • Secondo Reuters, Kraken, Bitfinex e KuCoin stanno esplorando il mercato delle criptovalute indiano per espandersi lì. Uno degli exchange sta cercando di acquisire un'azienda indiana, mentre gli altri due stanno ancora valutando le loro opzioni, in attesa di maggiore chiarezza normativa nel paese.

Novità sul regolamento

  • "Non solo penso che i mercati DeFi senza licenza per gli strumenti derivati siano una cattiva idea, ma non vedo nemmeno come siano legali ai sensi del [Commodity Exchange Act]", ha detto il commissario della Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti Dan Berkowitz, durante l' Asset Management Derivatives Forum 2021, questa settimana. Secondo lui, CEA richiede che i contratti future siano negoziati su un mercato contrattuale designato (DCM), autorizzato e regolamentato dalla CFTC.

Notizie sulla Blockchain 

  • Kusama (KSM), il canary network di Polkadot (DOT), ha annunciato le aste di slot Parachain, in seguito al lancio della prima parachain Shell, due settimane fa e al suo aggiornamento a Statemine la scorsa settimana, l'equivalente della parachain common-good Statemint di Polkadot. Questa è la soluzione del team per selezionare quali parachain verranno aggiunte alla catena di Kusama Relay e le loro funzionalità diventeranno parte della rete, hanno affermato.
  • RippleX, il braccio di investimento e sviluppo della società blokchain Ripple, ha proposto di introdurre Federated Sidechain per XRP Ledger (XRPL). Questo, hanno affermato, consentirà agli sviluppatori di implementare nuove funzionalità, come gli smart contract nativi che interagiscono con XRP e XRP Ledger.
  • È stato lanciato PolygonScan, il blockchain explorer per Polygon (MATIC). Si basa sull'esploratore Eutherscan per Ethereum.

Notizie sugli NFT

  • Enjin (ENJ), il motore blockchain per mondi virtuali e token non fungibili (NFT), ha affermato di aver stretto una partnership con Health Hero, una società di impegno per la salute digitale, per sviluppare Go! Di Health Hero, una nuova app di monitoraggio e coinvolgimento della salute, che introduce il concetto di token non fungibili del benessere, o W-NFT, hanno affermato in un annuncio.

Notizie legali

  • Il procuratore generale di New York Letitia James ha dichiarato di aver ottenuto un ordine del tribunale per una sospensione obbligatoria delle operazioni illegali e fraudolente della piattaforma di trading di criptovalute Coinseed e nomina un curatore per garantire la protezione del denaro degli investitori in futuro.
  • Più di 800 persone sono state arrestate nella "più grande" operazione di applicazione della legge legata alle criptovalute fino ad oggi, guidata dal Federal Bureau of Investigation (FBI) degli Stati Uniti, dalla polizia nazionale olandese (Politie) e dall'autorità di polizia svedese (Polisen), in cooperazione con la Drug Enforcement Administration (DEA) degli Stati Uniti e altri 16 paesi. L'FBI aveva sviluppato una società di dispositivi criptati chiamata ANOM nel 2019 che è stata poi utilizzata dai criminali per comunicare le loro attività. L'FBI ha utilizzato i loro messaggi per avviare gli arresti e i sequestri di droghe e armi illecite, insieme a 48 milioni di dollari in valute e criptovalute.

HEAT MAP