Mindthechart CryptoBLog (Pechino, Mining, cuban, Globant,Eth,Altcoins, Buterin+molto altro)


UNO SGUARDO ALLO STOCK
Quanto puo' scendere in basso?

Buonasera a tutti !! Martedì le azioni sono scese. Tutti i principali indici si sono attestati in territorio negativo.

I beni di consumo e immobiliari hanno registrato un rialzo dello 0,3%. L'energia è scesa del 2%. Finanziari e servizi di pubblica utilità sono diminuiti di oltre l'1%. 💔

Le Crypto han avuto una giornata tranquilla. Bitcoin è balzato tra 35 e 40K mentre Ethereum si aggirava intorno a 2550/2800. 

Il dollaro USA è sceso al livello più basso dal 7 gennaio. Quanto in basso andrà ?? Nessuno lo sa ... 🤷‍♂️

Intuit ha perso guadagni dopo la chiusura. 

I MemeStocks hanno avuto il loro momento. 🍿🎮 $ AMC è cresciuto del 20% e $ GME ha guadagnato il 16%, ma entrambi i titoli sono ancora al di sotto dei massimi storici di gennaio. ($ AMC -17,5%, $ GME -40%)

Ecco le stampe di chiusura:

S&P 500 4,188   -0,21%

Nasdaq 13.657  -0,03%

Russell 2000 2.205 -0,97%

Dow Jones 34.312 -0,24%

COSA SUCCEDE NEL MONDO CRYPTO?

INDICE FUD E FOMO

  

Emergono indizi chiave su cosa pensa davvero Pechino di Bitcoin e del mining

Ulteriori dettagli stanno emergendo su quale sia esattamente l'attuale posizione della Cina sul mining di criptovalute e sulle criptovalute - dopo giorni di rapporti confusi sulle politiche normative di Pechino.

President Of China GIFs - Get the best GIF on GIPHY

L'ultima grande repressione delle criptovalute della Cina è avvenuta nel settembre 2017, quando il governo ha vietato agli exchange di criptovalute di operare nel paese e ha bloccato le offerte iniziali di monete (IOC). Tuttavia, Pechino - fino a poco tempo fa - ha permesso che il mining continuasse senza controllo, un fatto che ha aiutato la Cina a diventare il centro di gravità del mining mondiale di Bitcoin (BTC).

Negli ultimi mesi, tuttavia, sembra che Pechino sia diventata desiderosa di agire per esercitare pressioni sulle singole province affinché ripuliscano la loro produzione di energia al fine di raggiungere gli obiettivi sulle emissioni di carbonio. Molti hotspot hanno detto ai miner che probabilmente dovranno andarsene, mentre un esperto ha recentemente notato che i miner cinesi stanno attualmente cercando "aggressivamente" di trasferirsi all'estero, e ci sono rapporti secondo i quali alcuni pool chiave hanno già interrotto le loro operazioni sulla terraferma.

Tuttavia, la domanda sulle labbra di molte persone ora sembra essere questa: la Cina ha effettivamente cambiato la sua posizione su tutto ciò che riguarda le criptovalute?

A causa della posizione avidamente pro-blockchain della nazione, le corse al rialzo sul mercato spesso spingono i media statali cinesi a rilasciare dichiarazioni piene di avvertimenti sulla volatilità delle criptovalute e ricordando ai cittadini che blockchain e Bitcoin sono cose molto diverse.

Un recente articolo editoriale pubblicato dall'agenzia di stampa statale Xinhua potrebbe aver contribuito a gettare un po' più di luce sulla questione della "repressione".

Il pezzo conteneva molte dichiarazioni sul controllo dell' "eccitazione" intorno alle criptovalute e sulla natura "speculativa" dei token - niente di straordinario per Pechino. Ma soprattutto, c'è stata anche un'oscillazione quasi senza precedenti nel mining di criptovalute, disegnando un collegamento con i fattori ambientali.

Il suo autore ha scritto:

"Le attività di mining di Bitcoin usano spesso il tag "Big Data project" come copertura quando ingannano i governi locali. Consumano molte risorse energetiche e non sono in linea con gli obiettivi di neutralità del carbonio".

Un certo numero di centri di mining cinesi si chiamano effettivamente data center o centri di ricerca sui Big Data, sebbene il loro status di mining farm sia ben noto in tutto il paese.

In modo minaccioso, il pezzo ha concluso che nel caso di "progetti di mining di Bitcoin", era necessario eseguire "pulizie" e "arresti" "tempestivi".

Nel frattempo, su Twitter, Matthew Graham, amministratore delegato di Sino Global Capital, con sede in Cina, ha condiviso quello che ha dichiarato essere un promemoria "di un esperto di Pechino che è estremamente qualificato, ma che non fa parte del governo cinese". Graham ha affermato che il punto di vista di questo esperto anonimo era a suo avviso "quanto di più autorevole possibile".

Mark Cuban investe in Ethereum Layer 2 Polygon

"Ero un utente Polygon e mi ritrovo a usarlo sempre di più", ha detto Cuban in una e-mail.

Yanny Cuban Flex GIFs - Get the best GIF on GIPHY

L'investitore miliardario Mark Cuban ha effettuato un investimento in Polygon, una soluzione di ridimensionamento di Ethereum di livello 2.

  • Cuban ha confermato l'investimento  ma non ne ha rivelato le dimensioni o la composizione.
  • Il prezzo di MATIC, il token nativo di Polygon, è aumentato di oltre il 9.535% da inizio anno, secondo Messari .
  • Con la finanza decentralizzata (DeFi) e altri progetti attivi su Polygon, gli utenti si sono rivolti sempre più alla piattaforma per sfuggire alle elevate commissioni di transazione della mainnet di Ethereum.
  • "Ero un utente Polygon e mi ritrovo a usarlo sempre di più", ha detto Cuban in una e-mail.
  • Ha detto che lo sta integrando anche in Lazy.com, una società di portafoglio cubana che consente alle persone di visualizzare facilmente token non fungibili (NFT).
  • "Abbiamo parlato con molti investitori, ma la discussione con Mark Cuban è stata davvero strabiliante", ha detto a CoinDesk Sandeep Nailwal, co-fondatore di Polygon, tramite Telegram.
  • Polygon è stato elencato sul sito web di Cuban martedì come una delle sue partecipazioni:


Un'altra azienda multimiliardaria inserisce Bitcoin nel suo bilancio

Globant, lo sviluppatore di software argentino quotato dalla Borsa di New York, ha effettuato un investimento a basso profilo in bitcoin (BTC), secondo il suo ultimo deposito ad un regolatore finanziario americano, ed ha speso 500.000 dollari per il token.

L'azienda fornisce trasformazione digitale aziendale ed altri servizi IT ed ha una capitalizzazione di mercato di circa 8,7 miliardi di dollari. in una documentazione periodica presentata all'American Securities and Exchange Commission (SEC), ha scritto:

"Durante il primo trimestre del 2021, la società ha acquistato un totale di 500.000 USD in criptovalute, costituite esclusivamente da bitcoin".

L'azienda non ha specificato esattamente quando ha effettuato l'acquisto, né ha indicato quanto aveva pagato. Ha menzionato l'acquisto di BTC nella sezione dei beni immateriali del suo resoconto. Tuttavia, poiché il documento copre i primi tre mesi dell'anno solare, è probabile che l'acquisto sia stato effettuato quando il token stava godendo di una relativa stabilità o addirittura di una crescita.

Inoltre, Globant ha scritto:

“Globant considera le sue risorse cripto come attività immateriali a vita indefinita […]. Bitcoin è una criptovaluta considerata un'attività immateriale a vita indefinita perché manca di forma fisica e non c'è limite alla sua vita utile, bitcoin non è soggetto ad ammortamento ma è soggetto a deterioramento".

Tuttavia, a differenza di molti altri attori globali che hanno voluto rendere i loro acquisti di bitcoin pubblici, Globant sembra aver fatto l'esatto opposto, senza menzionare l'acquisto nei suoi recenti comunicati stampa o nelle comunicazioni dell'inizio di quest'anno.

L'azienda è stata fondata nel 2003 da un gruppo di tre imprenditori argentini e da allora si è espansa nel Regno Unito, Nord America, Europa e negli ultimi mesi si è espansa sul fronte delle M&A (Fusioni e Acquisizioni).

All'inizio di maggio, l'azienda ha acquisito la società di consulenza per la strategia di marketing digitale HABITANT, mentre a marzo ha acquisito il fornitore di cloud CloudShift.

Ieri l'azienda ha annunciato che “intende offrire e vendere 1 milione” di azioni ordinarie in un'offerta pubblica sottoscritta.

Bitcoin ed Ethereum correggono i guadagni, le Altcoins lottano

Il prezzo di bitcoin non è riuscito a superare i 40.000 USD ed è stato corretto al ribasso. Ethereum è tornato sotto i 2.550 USD, XRP potrebbe testare la zona di supporto di 0,82 USD. ETC detiene guadagni superiori a 70 USD, HOT ha guadagnato quasi il 20%.

Il prezzo di bitcoin ha guadagnato ritmo al di sopra del livello di resistenza di 38.000 USD. Tuttavia, BTC non è riuscito a superare il livello di resistenza chiave di 40.000 USD. Attualmente (12:00 PM UTC) si sta correggendo al ribasso e sta lottando per rimanere al di sopra del supporto di 37.000 USD.

Allo stesso modo, la maggior parte delle principali altcoin stanno correggendo i guadagni. ETH ha raggiunto il livello di 2.750 USD ed è sceso al di sotto del supporto di 2.500 USD. XRP ha ridotto la maggior parte dei suoi guadagni e potrebbe rivisitare 0,82 USD.

Capitalizzazione totale di mercato

Il prezzo di Bitcoin 

Dopo un tentativo fallito di superare i 40.000 USD, il prezzo di bitcoin è sceso al di sotto del supporto di 38.000 USD. BTC ha persino rotto il livello di 37.500 USD e sta lottando per rimanere al di sopra di 37.000 USD. Il prossimo supporto è a 36.200 USD, al di sotto del quale il prezzo potrebbe ripetere il test di 35.000 USD. Eventuali ulteriori perdite potrebbero portare il prezzo verso il livello di 33.200 USD.
Una resistenza iniziale è vicina al livello di 38.000 USD. La prima resistenza chiave è vicina al livello di 39.200 USD, al di sopra del quale il prezzo potrebbe rivisitare la resistenza principale di 40.000 USD.

Il prezzo di Ethereum 

Anche il prezzo di Ethereum ha seguito bitcoin e si è corretto al di sotto del massimo di 2.750 USD. ETH ha rotto i livelli di supporto di 2.600 e 2.550 USD. È persino sceso sotto i 2.500 USD. Se i rialzisti non riescono a proteggere i 2.400 USD, c'è il rischio di un calo verso il livello di 2.200 USD.
Al rialzo, una resistenza iniziale è vicina al livello di 2.550 USD. La principale resistenza al breakout è ora vicina a 2.700 e 2.750 USD.

Il prezzo di BNB, LTC, DOGE e XRP 

Binance Coin (BNB) ha raggiunto il livello di 375 USD e si è corretto al ribasso. BNB ha rotto il livello di supporto di 350 USD e ha testato 320 USD. I rialzisti stanno proteggendo il supporto di 300 USD. Se si verifica un nuovo aumento, il prezzo potrebbe avvicinarsi al livello di 350 USD.
Litecoin (LTC) non è riuscito a superare i livelli di resistenza di 195 e 200 USD. LTC è sceso al di sotto di 180 USD e si avvicina al supporto di 160 USD. Il prossimo supporto chiave al ribasso è a 150 USD. Al rialzo, il livello di 180 USD è una zona pivot per un movimento verso 200 USD.
Dogecoin (DOGE) non è riuscito a mantenere i guadagni al di sopra del livello di 0,350 USD. Ha anche testato il supporto di 0,335 USD. Se i ribassisti rimangono in azione, c'è il rischio di un calo verso il livello di 0,300 USD. Se ci fosse un nuovo aumento il prezzo potrebbe lottare vicino a 0,350 USD.
Il prezzo di XRP non è riuscito a rimanere sopra 1,0 USD e si è corretto al di sotto di 0,950 USD. Il prezzo ha persino rotto il supporto di 0,920 USD, ma mantiene 0,90 USD. Finché il prezzo è superiore a 0,90 USD il prezzo potrebbe rivisitare 1,0 USD.

Altri mercati altcoins oggi

Alcune altcoins sono aumentate di oltre il 10%, incluse ETC, HOT, FLOW, YFI, QTUM, UNI, MATIC, BTTT, CRV e KLAY. Di queste, ETC è cresciuta di oltre il 20% e detiene guadagni superiori a 70 USD.

Per riassumere, il prezzo di bitcoin sta correggendo i guadagni da 40.000 USD. BTC potrebbe persino rivisitare i 36.000 USD prima di iniziare un nuovo movimento verso il livello di 40.000 USD nel breve termine.

Buterin: contrariamente all'idea di Musk, non puoi semplicemente aumentare la dimensione del blocco

Ci sono limiti alla scalabilità della blockchain per non sacrificare la decentralizzazione, secondo Vitalik Buterin, co-fondatore di Ethereum (ETH), e "non puoi" aumentare la dimensione del blocco di 10 volte "," come ha recentemente condiviso il capo della Tesla Elon Musk.

Ci sono due modi per provare a scalare una blockchain, ha detto.

1. Miglioramenti tecnici fondamentali

Questo "può funzionare", ha detto Buterin, ma viene fornito con alcuni "ma".

Nel caso di Ethereum, la strozzatura principale è la dimensione dello spazio di archiviazione, ha affermato, ed è quello che interessa di più agli sviluppatori principali.

Statelessness e state expiry possono risolverli - in una certa misura. La statelessness consente una classe di nodi che verificano la catena senza mantenere l'archiviazione permanente, mentre la state expiry elimina lo stato a cui non è stato effettuato l'accesso di recente, costringendo gli utenti a fornire manualmente le prove per rinnovarlo. Buterin ha affermato che questi percorsi sono stati elaborati per molto tempo e che l'implementazione del proof-of-concept sulla statelessness è già iniziata.

Ma questi consentirebbero un aumento forse fino a 3 volte, e non di più.

Quando viene aggiunto lo sharding (nel caso di Ethereum, lo sharding quadratico), le blockchain frammentati possono scalare "molto oltre", perché nessun singolo nodo ha bisogno di elaborare ogni transazione. "Lo sharding aggira fondamentalmente le limitazioni di cui sopra, perché disaccoppia i dati contenuti su una blockchain dai dati che un singolo nodo deve elaborare e archiviare", ha detto Buterin.

Questo, tuttavia, comporta dei limiti alla capacità: all'aumentare della capacità, aumentano anche il numero minimo di utenti sicuri, il costo dell'archiviazione della catena e il rischio che i dati vadano persi se nessuno archivia la catena.

Tuttavia, la buona notizia è che, secondo Buterin,

"Non dobbiamo preoccuparci troppo: quei limiti sono abbastanza alti da poter probabilmente elaborare oltre un milione di transazioni al secondo con la piena sicurezza di una blockchain. Ma ci vorrà del lavoro per farlo senza sacrificare la decentralizzazione che rende le blockchain così preziose. "

La teoria per ottenere questo risultato è ben consolidata e si stanno già lavorando su proof-of-concept basate su bozze di specifiche, ha affermato.

Secondo il post di aprile di Buterin, lo sharding è "il futuro della scalabilità di Ethereum e sarà fondamentale per aiutare l'ecosistema a supportare molte migliaia di transazioni al secondo e consentire a vaste porzioni del mondo di utilizzare regolarmente la piattaforma a un costo accessibile". È la soluzione al (in) famoso trilemma della scalabilità, che consente alla blockchain di avere tutte e tre le proprietà necessarie: scalabilità, decentralizzazione e sicurezza.

2. Aumentare i parametri

D'altra parte, questo modo di scalare è "fondamentalmente imperfetto", ha detto Buterin. "Molte opinioni errate su quanto una blockchain possa scalare utilizzando tecniche "semplici" derivano da stime eccessivamente ottimistiche" per i tre fattori rilevanti: potenza di calcolo, larghezza di banda e archiviazione.

Un laptop consumer che esegue nodi blockchain non può semplicemente utilizzare tutta la potenza di convalida della catena. È necessario molto di più per un ampio margine di sicurezza per resistere ad attacchi DoS imprevisti, nonché per eseguire altre attività necessarie. Solo il 5% -10% della potenza dell'unità di elaborazione centrale (CPU) può essere effettivamente speso per la verifica dei blocchi.

Per quanto riguarda la larghezza di banda, una connessione a 10 MB/s non significa che gli utenti possano avere un blocco da 10 megabyte ogni secondo. In realtà, si potrebbero gestire blocchi da 1-5 MB ogni 12 secondi, ma anche questo è un'esagerazione.

Per quanto riguarda l'archiviazione, in realtà ne occorre una quantità sostanzialmente maggiore di quanto comunemente si presuma.

"Aumentare i requisiti hardware per l'esecuzione di un nodo e limitare l'esecuzione del nodo ad attori specializzati non è una soluzione", ha affermato Buterin. "Affinché una blockchain sia decentralizzata, è di fondamentale importanza che gli utenti regolari siano in grado di eseguire un nodo e avere una cultura in cui l'esecuzione dei nodi è un'attività comune".

E perché è così rilevante?

Secondo Buterin, le "élite" in una comunità blockchain, inclusi pool, block explorer e nodi ospitati, sono probabilmente tutte ben coordinate e se dovessero decidere di organizzare un cambiamento improvviso alle regole del protocollo per i propri interessi, allora probabilmente potrebbero farlo. L'unico modo affidabile per rendere inefficace un attacco sociale coordinato è "attraverso la difesa passiva dall'unico collegio che è effettivamente decentralizzato: gli utenti".

Se ogni utente eseguisse un nodo di verifica, ognuno potrebbe rifiutare automaticamente i blocchi che infrangono le regole del protocollo anche se oltre il 90% dei miner o degli stakers supporta quei blocchi e l'attacco fallirebbe rapidamente, afferma Buterin.

Tuttavia, solo alcuni utenti che li eseguono porterebbero al caos, con utenti diversi che vedono diversi punti di vista della catena. "Per lo meno, il conseguente panico del mercato e la probabile persistente divisione della catena ridurrebbe notevolmente i profitti degli aggressori. Il pensiero di affrontare un conflitto così prolungato scoraggerebbe di per sé la maggior parte degli attacchi".

"Una cosa che è assolutamente chiara: più nodi è buono, meno nodi non è buono, e ne abbiamo sicuramente bisogno di più di qualche dozzina o poche centinaia", ha sottolineato Buterin.

Come riportato in precedenza, il percorso verso il lancio completo di Ethereum 2.0 è iniziato con la Fase 0, lanciata lo scorso dicembre. Lo sharding dovrebbe arrivare nella fase successiva, la Fase 1, possibilmente quest'anno.

Ma Buterin ha anche sostenuto diverse volte che lo sharding dovrebbe essere combinato con i rollup, una tecnica di ridimensionamento che mantiene i dati delle transazioni in catena, in una forma compressa, e che ha detto "sarà il paradigma di ridimensionamento dominante per almeno un paio di anni." ETH 2.0 porterà "i rollup in cima allo sharding", ha detto, con il quale una rete proof-of-stake (PoS) potrebbe già essere raggiunta nella Fase 1.5 invece di aspettare fino alla Fase 2 finale per lanciarla.

Per quanto riguarda Musk, il co-fondatore di Ethereum ha affermato che i mercati delle criptovalute impareranno la loro lezione dall'ultimo crollo dei prezzi e smetteranno di restare attaccati a ogni parola twittata dal capo della Tesla.


SLIP QUOTIDIANI

1confirmation aumenta di 125 milioni di dollari, Chia raccoglie 61 milioni di dollari, CBDC africano + Altre notizie

Notizie sugli investimenti

  • Crypto venture fund 1confirmation ha dichiarato di aver concluso il suo nuovo terzo fondo di venture capital del valore di 125 milioni di dollari e soprannominato 1confirmation fund III. Hanno lanciato il loro fondo da 26 milioni di dollari al culmine dell'ultimo mercato rialzista nel 2017, mentre il loro patrimonio gestito ha superato gli 800 milioni di dollari.
  • Chia Network, lo sviluppatore della blockchain e della piattaforma "smart transaction", ha raccolto 61 milioni di dollari da investitori tra cui Richmond Global Ventures e Andreessen Horowitz, quindi più che raddoppiando la sua valutazione, ha riferito Bloomberg. Inoltre ha aggiunto che la società sta cercando di lanciare un'offerta pubblica iniziale (IPO) forse anche entro quest'anno.(Informativa: tra gli investitori di Chia c'è Cypherpunk Holdings, che è sostenuta e guidata dal fondatore di Cryptonews.com Antanas "Tony" Guoga.)
  • Solidus Labs, società di monitoraggio del rischio e sorveglianza del mercato delle criptovalute, ha dichiarato di aver raccolto 20 milioni di dollari in un round di finanziamento di Series A, guidato dal venture capitalist Evolution Equity Partners. I nuovi fondi verranno utilizzati per espandere l'azienda, che includerà l'apertura di nuovi uffici in Asia orientale e altri mercati molto richiesti.
  • Il fondatore della società di servizi finanziari di consulenza Guggenheim Partners, Todd Morley, sta sostenendo una nuova torre blockchain nel centro di Manhattan, ha riferito Bloomberg. L'edificio includerà una rete wireless che migliora l'accesso alle blockchain, nonché un museo dedicato agli NFT.

Notizie sulle CBDC

  • La banca centrale della riserva sudafricana, ha affermato che sta esaminando la fattibilità di creare la propria valuta digitale della banca centrale (CBDC). Non vi è alcuna decisione di emettere un CBDC, ma lo studio di fattibilità dovrebbe concludersi nel 2022, portando potenzialmente maggiore chiarezza alla questione.

Notizie sugli NFT

  • Il professor George Church, co-fondatore di Nebula Genomics e professore di genetica presso la Harvard Medical School, collaborerà con l'artista, produttore, imprenditore e filantropo Akon e la sua piattaforma NFT, AkoinNFT, per mettere all'asta l'intero genoma del professor George Church, quale prima NFT genomica al mondo, secondo un annuncio inviato via e-mail. Il professor Church, spesso indicato come "Il padre della biologia sintetica", ed è meglio conosciuto per essere stato una delle prime persone ad aver sequenziato il genoma, ha aggiunto.

Notizie sugli Exchange

  • La società di servizi finanziari di asset digitali Diginex Limited ha raggiunto il 20 Maggio un volume di trading record, superando i 200 milioni di dollari, sia nel trading spot che in derivati sulla sua borsa EQUOS. Il volume di trading negli ultimi 30 giorni è aumentato di oltre il 40% a 2,9 miliardi di dollari, tre settimane da quando la società ha annunciato il 4 maggio un volume record di 2 miliardi di dollari in 30 giorni.
  • La piattaforma europea di criptovalute Currency.com ha nominato Steve Gregory come amministratore delegato con sede a New York, per aiutare a far crescere il business negli Stati Uniti e in Canada. Più recentemente, ha ricoperto il ruolo di Chief Compliance Officer e Corporate Counsel presso lo spot market exchange globale, CEX.io. Inoltre, la società ha affermato che il numero dei loro nuovi clienti è aumentato del 250% nel primo trimestre del 2021, rispetto al quarto trimestre del 2020. Non hanno fornito altri numeri.

Notizie sullo Staking 

  • Secondo una dichiarazione inviata via e-mail, Bison Trails, società di piattaforma come servizio di infrastruttura blockchain, sta collaborando con la società di venture capital Volt Capital, per consentire lo staking sicuro sul network Celo, una rete blockchain proof-of-stake mobile-first. Al momento dell'annuncio, l'infrastruttura dei nodi di Bison Trails per i TD Labs di Volt Capital è attiva e accetta deleghe, hanno aggiunto.

HEAT MAP