NewsLetter Mind The Chart - 21/09

 

Questa settimana è iniziata con  incertezza generale sui mercati globali poiché la continua minaccia di una pandemia di Covid che  scorre, così come un grave collasso in Cina. Il secondo più grande sviluppatore immobiliare cinese, Evergrande, è in grossi guai e questo sta suscitando maggiori timori per l'economia cinese. 

Questa incertezza globale ha colpito anche bitcoin e altre criptovalute, 

Sono principalmente gli indici azionari di tutto il mondo ad aver avuto una settimana scadente, causata in parte dalla minaccia di un aumento dei casi di COVID, nonché dai timori di effetti di contagio dal default di Evergrande. 

Evergrande ha avvertito i suoi detentori del debito che potrebbe non riuscire a rimborsare gli obblighi per $ 300 miliardi di prestiti e martedì ha anche avvertito che è a rischio di un default incrociato, il che significa che tali rischi potrebbero riversarsi in altri settori correlati come banche, fornitori , acquirenti di immobili e investitori. Ciò ha comportato un calo dell'85% del prezzo delle sue azioni da quando i problemi hanno iniziato a emergere nel marzo di quest'anno, trascinando al ribasso gli indici azionari della Cina e di Hong Kong già combattuti. 

Ci sono diversi motivi per cui i problemi di Evergrande sono seri. In primo luogo, molte persone hanno acquistato proprietà da Evergrande ancor prima che iniziassero i lavori di costruzione. Hanno pagato depositi e potrebbero potenzialmente perdere quei soldi se falliscono. Ci sono anche le aziende che fanno affari con Evergrande. Le aziende, comprese le imprese di costruzione e progettazione e i fornitori di materiali, corrono il rischio di incorrere in gravi perdite, che potrebbero costringerle al fallimento. Il terzo è il potenziale impatto sul sistema finanziario cinese.

La paura si è diffusa all'estero poiché anche negli Stati Uniti, il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è salito all'1,37% entro la fine di venerdì, mentre gli investitori si sono precipitati per la sicurezza in USD. Di conseguenza, il DXY è salito dell'1% ed è ora a 93,20. Mentre la Cina stava trascorrendo due giorni di festa pubblica a causa del festival della torta della luna, le negoziazioni di azioni cinesi a Hong Kong hanno aperto la nuova settimana in ribasso di oltre il 3% oggi, trascinando l'indice Hang Seng verso il basso della stessa entità. 

Con i problemi in arrivo in Cina, l'oro e argento son stati  venduti bruscamente poiché gli investitori stanno iniziando a preoccuparsi che i cinesi potrebbero dover scaricare la loro scorta d'oro per compensare le perdite finanziarie, l'oro è sceso del 2,8% dalla scorsa settimana a $ 1.740 mentre l'argento è sceso 10% e sta flirtando con $ 22 mentre aumentano le preoccupazioni sulla domanda di argento con le più grandi economie mondiali che dimostrano che le loro economie stanno rallentando rapidamente. 

Per la scorsa settimana, il Dow è scivolato dello 0,1% per la terza settimana consecutiva di ribassi. L'S&P 500 è sceso di quasi lo 0,6% per la seconda settimana consecutiva di perdite. Il Nasdaq Composite è sceso di quasi lo 0,5%. Questa settimana dovrebbe essere peggiore a causa delle preoccupazioni per il contagio di China Evergrande, così come degli scoppi d'ira che iniziano a colpire Wall Street.

La FED si riunisce a metà di questa settimana e mercoledì dovrebbe fornire ulteriori indizi su quando potrebbe iniziare a rallentare i suoi acquisti di obbligazioni (tapering) da $ 120 miliardi al mese che hanno sostenuto la ripresa dal COVID. Il capo della Fed Jerome Powell ha affermato che il tapering potrebbe verificarsi entro la fine di quest'anno e che gli investitori esamineranno il suo discorso alla ricerca di indizi. Molti investitori temono un calo del mercato azionario e dei prezzi delle attività mentre la FED inizia a togliere le sue politiche facili. Quindi, questo incontro della FED sarà seguito con molta attenzione. In quanto se l 'economia dovesse indebolirsi ma si dovesse procedere col tapering questo porterebbe incertezza tra gli investitori. Growth expectation sono stati dati a 0. Growth Decelleration. QUindi molte reveneus potrebbero subire un margin compressions. 

Inoltre ci sarà un debt limit debattito in arrivo, che potrebbe creare parecchio drama nel congresso. Drama che potrebbe abbracciare anche l infrastructure package, dove si vedrà se si aumenteranno i corporate tax rates, e i capital gains tax rates. Se si distribuiranno i 3.5 trillion dollars di infrastructure packege pass. Dove il mercato potrebbe subire scossoni in quanto se si distribuissero 3.5 trillion di stimolo il giorno stesso sarebbe considerato bullish. MA se si pensasse ad alzare le tasse oggi e a spargere nell' arco di 10 anni prossimi lo stimolo  non sarebbe piu' cosi succoso per chi lo riceve.  Tutto questo porterà incertezza sicuramente. 

In Cina anche le regolamentazioni hanno preoccupato tra big tech, casino' ecc.

In tutto questo $SPY inizia la sua consolidazione mensile sul grafico. 

Mentre i problemi relativi al colosso cinese dello sviluppo immobiliare China Evergrande continuano a crescere, gli investitori di tutto, dalle azioni al bitcoin (BTC) e al più ampio mercato delle criptovalute, si preoccupano dei potenziali effetti di ricaduta che potrebbe avere un "momento Lehman" cinese.  

La società ha visto più volte tagliare i suoi rating da agenzie di rating internazionali e ha avvertito in più occasioni che potrebbe essere inadempiente sul suo debito.

E sebbene a prima vista non sia legato al bitcoin, alcuni addetti ai lavori sono sempre più preoccupati per l'impatto che un default cinese così grande potrebbe avere, e forse ha già, sui mercati delle criptovalute.

Tra coloro che hanno espresso preoccupazione c'è Alex Mashinsky, fondatore e CEO della società Celsius Network , che ha affermato che "una cascata di default nel sistema finanziario globale" potrebbe trascinare con sé bitcoin.

Inoltre, l'emittente USDT Tether è stata costretta a rilasciare una dichiarazione la scorsa settimana, affermando che la società non l'ha mai fatto né ora detiene alcun paper commerciale o altri titoli di debito o titoli emessi da Evergrande. 

Nel frattempo, come riportato lunedì dal South China Morning Post, le crepe hanno iniziato a manifestarsi anche altrove nel settore immobiliare cinese. Tra gli sviluppatori immobiliari ora monitorati da vicino ci sono Guangzhou R&F e Fantasia Holdings , che hanno visto entrambi i loro rating del credito ridotti a "negativi" dalle agenzie di rating Fitch e S&P Global Ratings negli ultimi giorni.  

"La parte peggiore è che non solo la China Evergrande sta crollando, ma anche altri costruttori di case cinesi stanno annegando nello tsunami causato da esso", ha detto Zhou Chuanyi, analista della società di ricerca creditizia Lucror Analytics a Singapore, secondo quanto affermato dal notiziario. .