Recap Settimanale

Le azioni globali hanno avuto una brutta settimana dopo che la narrativa della FED è diventata più aggressiva di quanto previsto dai mercati. Le azioni statunitensi, ad eccezione delle società di software e dei produttori di chip, sono state duramente colpite, con il Dow che ha avuto la sua settimana peggiore da ottobre 2020, perdendo il 3,5%. L'S&P 500 è sceso dell'1,9%, mentre il calo degli acquisti sui titoli tecnologici ha fornito supporto al Nasdaq, che è sceso solo dello 0,2%. 

Questa non era una buona notizia per le criptovalute, né per le azioni, le materie prime, il petrolio e i metalli preziosi, poiché in queste aree è seguita una grande svendita. Tuttavia, almeno per Bitcoin, ci sono state alcune buone notizie nella sfera degli investimenti che hanno contribuito ad attutire il colpo. 

Nella riunione della FED della scorsa settimana, il presidente Jerome Powell ha citato l'aumento dell'inflazione al consumo e dati coerenti che indicano la ripresa economica per rivelare che potrebbe aumentare i tassi di interesse entro la fine del 2023, prima di quanto originariamente previsto. La FED prevede ora due aumenti dei tassi nel 2023, rispetto a nessuno prima. 

Questo improvviso cambio di tono ha colto di sorpresa i mercati, che hanno visto svendere azioni, materie prime, petrolio, oro e argento. Il USD e i rendimenti obbligazionari sono aumentati, poiché aumentano le possibilità per la banca centrale di ridurre il vasto programma di acquisto di asset messo in atto lo scorso anno per mantenere bassi i tassi di prestito e proteggere l'economia. Il portavoce della Fed Jim Bullard ha ulteriormente peggiorato le cose venerdì quando ha segnalato in un'intervista televisiva che il primo aumento dei tassi potrebbe arrivare anche prima, nel 2022. 

Il caos si è riversato in Europa, con persino l'indice Euro50 che è crollato del 2,5% venerdì in uno dei suoi più grandi pullback di un giorno negli ultimi tempi, trascinando l'EUR/USD verso il basso mentre i trader si affrettavano a sciogliere il sovraffollato commercio di inflazione per trovare sicurezza nell'USD. 

La sorpresa dalla FED ha portato il dollaro ad un fenomenale 3 giorni di rally come l'intenso short-squeeze  non ha risparmiato l' oro,  precipitato a $ 1,800 fino in fondo, cadendo 4,8%, mentre L'argento è sceso dell'8% a $ 25,80. Entrambi gli asset stanno iniziando la nuova settimana con un rimbalzo tecnico dopo essere stati pesantemente colpiti la scorsa settimana. 

La volatilità che era mancata è tornata con prepotenza sui mercati valutari, con le major forex che sono scese in media del 2,5% contro l'USD. L'AUD/USD è stato uno dei più colpiti, passando da 0,77$ a meno di 0,75$, perdendo oltre il 3%. L'EURUSD è finalmente sceso sotto 1,20$, chiudendo la settimana a 1,1850$. GBPUSD è sceso da oltre $ 1,41 a $ 1,380. 

Il petrolio è stato il più resiliente, con un previsto aumento della domanda dovuto alla riapertura delle economie che ha compensato l'effetto del dollaro USA. Il petrolio è riuscito a recuperare alcune perdite inflitte dopo la riunione della FED, chiudendo la settimana in calo solo dell'1,8% e iniziando la nuova settimana in rialzo dell'1%, tornando a 72,00$.

Tuttavia, un rimbalzo tecnico non è stato visto da nessuna parte nei mercati azionari con i mercati asiatici che iniziano la nuova settimana continuando il tracollo della scorsa settimana. L'indice giapponese Nikkei 225 è in testa al calo con un calo di quasi il 4% ed è sceso sotto i 28.000 per la prima volta in un mese, mentre altre parti dell'Asia registrano una perdita media dell'1,5%. 

Le notizie positive di inizio settimana hanno inviato BTC in rialzo per attutire il massacro della FED

BTC ha iniziato la scorsa settimana con una nota positiva, avendo confermato il lancio del suo importante aggiornamento chiamato Taproot a novembre. Questo aggiornamento consentirà una maggiore privacy per gli utenti nell'utilizzo della blockchain BTC e, più significativamente, consentirà l'implementazione di smart contracts sulla rete BTC. 

L'inizio della settimana ha visto anche Paul Tudor Jones di Tudor Investment rivelare che gli piace BTC e lo definisce un grande diversificatore per proteggere la sua ricchezza, e ha suggerito a un investitore di puntare tutto sul commercio di inflazione (Compra oro, Compra BTC) se la FED non lo è risponderà all'attuale aumento dell'inflazione. Tuttavia, la FED ha riconosciuto l'aumento dell'inflazione durante la riunione della FED lo scorso mercoledì, che ha causato il crollo del prezzo di BTC insieme al resto delle attività rischiose, scendendo del 20% dal suo massimo settimanale di circa $ 41.000 a un minimo di $ 33.000. Jones non ha ancora rilasciato alcun commento pubblico dall'incontro della FED, quindi non abbiamo idea se tornerà indietro sulla sua opinione. 

Ancora una volta MicroStrategy, che non manca mai col suo fare notizia su BTC, sta cavalcando la travolgente risposta alla sua offerta di obbligazioni junk da $ 500 milioni, per cogliere l'opportunità di accumulare più BTC "a buon mercato", l'azienda ha offerto nuove azioni fino a $ 1 miliardi per acquistare ancora più BTC. 

La serie di flussi di notizie positivamente distorti all'inizio della settimana è riuscita a far salire il prezzo di BTC per testare $ 41.000, ma quel livello non è riuscito a reggere poiché i trader hanno iniziato ad accumulare posizioni corte prima della riunione della FED di mercoledì. È stato osservato che un'improvvisa impennata di circa 25.000 BTC in posizioni short e altri 10.000 BTC è stata aperta in un grande exchange spot nelle ore precedenti il ​​comunicato stampa della riunione della FED. 

Per coincidenza, la FED è diventata falco e ha fatto scendere il prezzo di BTC a $ 35.000. Se non fosse stato per l'aumento del prezzo all'inizio della settimana che ha creato un buffer, BTC avrebbe potuto assistere a una reazione peggiore quando la FED ha scioccato i mercati con la sua improvvisa narrativa. BTC continua a languire per l'effetto contagio dello shock della FEDe del Fud della Cina ed è sceso a $ 33.000 .

Le whales che hanno venduto il picco stanno riacquistando il dip

Nonostante il ribasso a breve termine, le whales BTC a lungo termine continuano ad accumulare ad ogni opportunità di calo, con i wallet che detengono da 100 a 10.000 BTC aggiungendo altri 10.000 BTC la scorsa settimana, portando il loro totale a circa 90.000 BTC acquisiti dal calo del 19 maggio. Questo gruppo di whales  ora possiede collettivamente ben 9,11 milioni di BTC, che rappresentano circa il 48,7% dell'attuale fornitura di BTC. Questo gruppo di investitori potrebbe avere una rilevanza speciale per l'andamento dei prezzi di BTC come si può vedere nel grafico dei dati qui sotto, hanno venduto BTC al picco di mercato a metà aprile quando BTC ha raggiunto $ 64.000 e hanno iniziato a riacquistare dal crollo di maggio 19. Il loro riaccumulo potrebbe essere un segno che il fondo è dentro? Nota che la loro scorta di BTC è tornata vicino alla loro detenzione originale prima dell'inversione dei prezzi di metà aprile. Ora detengono 9,11 milioni mentre prima del crollo ne avevano 9. 15 milioni. Aggiungi altri 40.000 BTC in più e torneranno al punto di partenza, ottenendo un guadagno di quasi il 50%. 

Rapporto di ricerca di mercato: le criptovalute soffrono quando la Fed cambia tono ma l'USD prospera grazie alla mossa - image1 1

Non solo le balene stanno facendo il dip per accumulare più BTC, ma si vede anche che gli investitori BTC più piccoli con una prospettiva a lungo termine aggiungono BTC in modo più aggressivo durante questo calo. Questo gruppo di titolari rappresenta ora circa il 5% dell'attuale offerta di BTC. Compresi i dati sulle grandi whales di cui sopra, i due gruppi di hodler detengono insieme circa il 54% ddi btc

Rapporto di ricerca di mercato: le criptovalute soffrono quando la Fed cambia tono, ma l'USD prospera grazie alla mossa - image2 1 1024x575

I nuovi partecipanti che acquistano il dip di BTC suggeriscono una sana adozione

Gli acquirenti di BTC durante questa recessione non sono interamente costituiti anche dalle persone attualmente all'interno del cripto-verso. BTC Net Entities Growth, ovvero la crescita di nuovi conti BTC, ha visto un forte aumento di oltre il 100% dal calo del 19 maggio. Ciò suggerisce che i nuovi players con denaro fiat fresco stanno acquisendo BTC alla massima velocità, il che non sembra l'inizio di un mercato ribassista che in genere è preceduto da un calo di interesse da parte dei nuovi acquirenti.  

Rapporto di ricerca di mercato: le criptovalute soffrono quando la Fed cambia tono, ma l'USD prospera grazie alla mossa - image3 1 1024x530



L'esodo energetico in Cina vede l'hashrate di BTC scendere del 15%

Sembra anche che i miners stiano accumulando BTC, con dati on-chain che identificano che i deflussi settimanali di BTC dagli indirizzi dei miners sono crollati a un minimo di cinque mesi di circa 50 BTC mercoledì. Il basso deflusso potrebbe essere il risultato del fatto che i miners cinesi hanno accumulato BTC in previsione dell'imminente regolamentazione del governo per cessare tutte le attività minerarie nel Sichuan, in Cina. 

Il governo del Sichuan, in Cina, ha formalmente richiesto alle società di produzione di energia di interrompere la fornitura di energia alle miniere di cripto con effetto da venerdì 18 giugno, il che significa che i miners del Sichuan non saranno più in grado di guadagnare dall'estrazione di BTC fino a quando non riusciranno a spostare i loro strutture in un altro paese. 

Anche se ciò potrebbe creare una nuvola oscura a breve termine nel sentimento degli investitori, la mossa è in realtà vantaggiosa per il decentramento del mining di criptovalute, in particolare per BTC poiché la Cina rappresenta troppo potere di hash BTC - circa il 45%. Paesi come il Canada e gli Stati Uniti come Miami hanno già introdotto programmi per attirare questi miners a installare le loro strutture lì per estrarre BTC utilizzando energia pulita. 

Questo dolore a breve termine aprirà la strada a un BTC più verde che aiuterà sicuramente nell'adozione di BTC. Ciò è particolarmente evidente quando Elon Musk ha dichiarato apertamente su Twitter che Tesla accetterà nuovamente BTC una volta che il 50% dell'hashrate di BTC proverrà da energia green. Durante il fine settimana dall'inizio dell'interruzione di corrente, l'hashrate medio di 24 ore di BTC ed ETH è sceso di circa il 15%. 

BTC che si muove verso l'energia green incoraggerà notevolmente anche altri paesi a rendere BTC a corso legale. Per illustrare, la Banca Mondiale ha utilizzato le questioni ambientali di BTC per respingere la richiesta di aiuto di El Salvador nell'esecuzione. Quindi, se l'immagine di BTC dovesse migliorare con il suo diventare ecologico, la spinta a rendere BTC a corso legale diventerebbe molto meno tabù per molti altri paesi. Nel frattempo, un altro paese ha portato avanti i piani per rendere BTC a corso legale. 

I membri del Congresso del Paraguay hanno introdotto una legislazione BTC e presenteranno il disegno di legge al voto a luglio. Se approvato, BTC avrà corso legale in Paraguay. Il Paraguay ha recentemente approvato la licenza di due scambi di criptovalute nel paese.

Nel complesso, prendendo in considerazione i dati on chain e gli eventi di notizie, il quadro fondamentale per BTC sta migliorando anche se continuiamo a vedere una debolezza dei prezzi a breve termine.

Vitalik mette in guardia su ETH2.0, i fondi escono da ETH

Non è solo BTC che si sta evolvendo positivamente, poiché presto anche ETH subirà il tanto atteso Hard Fork di Londra. Questo hard fork lascia il posto all'imminente aggiornamento EIP-1559 del 14 luglio, che è stato molto pubblicizzato dai partecipanti al mercato.

Tuttavia, il fondatore di ETH Vitalik Buterin ha avvertito il mercato di non aspettarsi che ETH2.0 venga lanciato senza problemi così presto e si aspetta che ETH2.0 sia pienamente operativo solo nell'anno 2022. Questo avvertimento ha causato un deflusso nei fondi di investimento istituzionali di ETH la scorsa settimana, con i  fondi ETH che hanno registrato il loro più grande prelievo settimanale di circa $ 12,7 milioni tra tutti gli altri fondi di criptovaluta. 

Ciò è corrisposto ad afflussi di fondi in ADA e XLM rispettivamente di $ 1,7 milioni e $ 1 milione, mentre i fondi BTC hanno registrato un deflusso di $ 10 milioni, che è inferiore del 70% rispetto al deflusso della settimana precedente, un segno di miglioramento. 

I trader preferiscono la sicurezza poiché le riserve di stablecoin rimangono alte

Le altcoins continuano a essere maltrattate poiché la dominanza di BTC continua ad aumentare e anche un BTC dall'aspetto debole sembra offrire una protezione migliore agli investitori rispetto a mantenere gli altcoin. La dominance di BTC è aumentata di 1 punto da 44,50 a 45,50 la scorsa settimana. Pur aumentando a un'intensità minore rispetto a due settimane fa, questo parla ancora di trader che trovano sicurezza nel King of Cryptos. 

Oltre a BTC, i trader stanno trovando sicurezza anche nelle stablecoin. Le riserve di di stablecoin continuano a librarsi a livelli elevati, con quasi $ 16 miliardi di fondi cripto seduti ai margini sotto forma di stablecoin mentre i trader attendono un segnale più chiaro su dove potrebbero essere diretti i prezzi delle criptovalute prima di fare il grande passo indietro nel mercato. 

Rapporto di ricerca di mercato: le criptovalute soffrono quando la Fed cambia tono, ma l'USD prospera grazie alla mossa - image5 1 1024x329